in

Ricarica cellulare senza fili: uBeam, nuova tecnologia ad ultrasuoni

Tre anni fa, una studentessa 25enne di astrobiologia dell’Università della Pennsylvania, Meredith Perry, brevettò un dispositivo elettronico innovativo, ed ora il suo progetto, grazie anche alla collaborazione di Marissa Mayer (CEO di Yahoo!), sarà immesso nel mercato con progetti coperti da ben 18 brevetti. 

Si chiama uBeam, sia la startup che il prodotto realizzato, e utilizza gli ultrasuoni per trasmettere elettricità, che viene poi convertita in onde sonore e riconvertita in energia, usata per ricaricare il cellulare. Si tratta di un caricatore di appena 5 mm di spessore, facilmente attaccabile ad una parete, magari dietro un quadro. Poiché l’energia non è in grado di passare attraverso i muri, per effettuare la ricarica dello smartphone occorre stare dentro la stanza, oppure predisporre un trasmettitore in ogni ambiente della casa, così da spostarsi in libertà nell’appartamento mentre si ricarica il dispositivo elettronico.

I nuovi prodotti basati sulla tecnologia uBeam saranno distribuiti nei negozi entro i prossimi due anni, e al momento i loro prezzi non sono ancora stati resi noti.

Abbuffata: 8 trucchi per evitare il binge eating

la Juve vuole Darmian

Calciomercato Torino news: su Darmian piomba il Real Madrid