in ,

Riccione: filma vittima incidente e mette il video su Facebook prima di chiamare i soccorsi, è polemica

Riccione: mentre la vittima di un incidente stradale giaceva a terra in fin di vita, lui anziché chiamare le forze dell’ordine ha ripreso il corpo e fatto una diretta su Facebook scrivendo: “Chi mi segue chiami aiuto!” e “C’è sangue, speriamo si salvi“. È successo a Riccione (Rimini), dove nella notte tra sabato e domenica è morto in viale Veneto un ragazzo di 24 anni, Simone Ugolini, dopo un schianto in motorino contro un albero. L’autore del video, come riportano quotidiani locali, è Andrea Speziali, 29enne esperto d’arte e candidato alle ultime elezioni comunali.

Sui social per lui tantissime critiche, dalle quali si è difeso: “Mi hanno detto che avevano già chiamato i soccorsi”, spiegando di avere agito perché “sconvolto, sotto choc”, e di aver pensato che fosse la cosa più giusta. “Ho voluto far qualcosa per quel giovane a terra … Mi sono messo a filmarlo e volevo fare una diretta, volevo condividere il mio dolore. Non cercavo lo scoop ora ho capito di aver sbagliato e chiedo scusa a tutti”, ha aggiunto, interpellato da Il Resto del Carlino.

Il fatto è accaduto a Riccione dopo le 4 di questa notte. La vittima si chiama Simone Ugolini, e mentre si trovava alla guida del suo motorino, all’improvviso ha perso la guida del mezzo e si è schiantato contro un albero. Mentre era sull’asfalto, agonizzante, in attesa che arrivassero i soccorritori, l’uomo ha preso lo smartphone e lo ha filmato, senza invece pensare prima di chiamare i soccorsi. La morte in diretta, la spettacolarizzazione della sofferenza, prima di tutto. La vicenda è diventata un vero e proprio ‘caso’, e l’autore del video bersagliato di una serie di insulti per questa morte postata in diretta Facebook.

>>> Potrebbe interessarti anche —> Terremoto oggi in Campania: scossa magnitudo 2.9 ad Albanella <<<

“Stavo rientrando a casa quando, da lontano, ho visto qualcosa in mezzo alla strada. Ho poi capito che era una persona, a terra e mi sono fermato – questa la sua ricostruzione dei fatti – “Mi hanno detto che avevano già chiamato i soccorsi […] Volevo condividere il mio dolore, mi sono sentito solo, nessuno che mi abbracciasse. Non cercavo lo scoop, giuro. Ora ho capito di aver sbagliato e chiedo scusa a tutti, alla famiglia soprattutto. Ma è anche colpa di questa società che vuole tutto in diretta e senza più valori. Ho chiamato in Vaticano per far dire una preghiera per Simone”. 

Aperta un’inchiesta per far luce sulla vicenda: la polizia stradale e quella postale hanno intanto sequestrato tutti i video e le foto in questione, e chiuso il profilo della vittima. , chiudendo anche il profilo della vittima. L’autore de video non risulta indagato, per il momento.

Sotto Copertura 2 anticipazioni

Sotto Copertura 2 – La cattura di Zagaria seconda puntata anticipazioni 23 ottobre 2017

gialla sarzana architetto ucciso

Architetto morto a Sarzana news: ucciso da colpo di pistola alla bocca