in

Ricerca italiana scopre molecola che frena la progressione tumorale: grandissima svolta

Sono stati i ricercatori del Dipartimento di Medicina Molecolare e Traslazionale dell’Università degli Studi di Brescia a identificare una molecola capace di inibire la progressione di differenti tipologie di cancro. Questa molecola è stata somministrata a dei topi che avevano un patologia cancerogena umana: è stato dimostrato scientificamente che la progressione del cancro sia stata notevolmente rallentata.

Lo studio è stato coordinato dal professor Marco Presta in collaborazione con l’Associazione italiana per la ricerca contro il cancro (AIRC); giudicata talmente importante non solo da essere pubblicata sulla rivista scientifica internazionale Cancer Cell, ma da aggiudicarsi anche la copertina nel numero di agosto. Questa importante scoperta è frutto di un lungo e meticoloso lavoro che il professor Presta svolge da anni, sempre in collaborazione con AIRC.

La declinazione pratica di questa molecola sarà in campo farmaceutico: si ipotizza la facoltà di creare nuovi farmaci in grado di bloccare la progressione tumorale nonché il diffondersi di metastasi.

 

 

 

 

offerte di lavoro

Offerte di lavoro nella moda 2015: lavora con Elisabetta Franchi a Roma, Bologna e in altre città

Eder Calciomercato Bologna

Calciomercato Bologna ultimissime: Eder, primo sondaggio con la Sampdoria