in ,

Ricette Anna Moroni a La Prova del Cuoco: tortini al cioccolato dal cuore morbido [FOTO]

Proseguiamo la nostra rassegna dei dessert natalizi. Oggi vi proponiamo i tortini al cioccolato dal cuore morbido di Anna Moroni. Un vero e proprio jolly, sapete perchè? Potete prepararli in anticipo, conservarli in frigo e cuocerli al momento e in 15 minuti avrete sulle vostre tavole un dolce davvero godurioso che farà la felicità dei vostri commensali. Noi abbiamo aromatizzato i tortini con la cannella in polvere, ma potete utilizzare vari aromi: peperoncino, vaniglia, anice, rhum, scorzette d’arancia, nocciole, zenzero candito, cocco, cardamomo e chi più ne ha più ne metta, perchèé parliamoci chiaro il cioccolato è considerato il cibo degli dei e si abbina con tantissimi altri ingredienti!

Ingredienti x 8 persone: 220 gr di cioccolato fondente 150 gr di zucchero 60 gr di farina 7 uova 50 gr di burro

Fondete a fuoco lento il cioccolato con il burro a bagno maria. In due ciotole di alluminio diverse separate tuori e albumi. Lavorate i tuorli con metà zucchero e unite la farina, lavorate con le fruste ottenendo un composto denso, omogeneo e spumoso. Montate gli albumi a neve ben ferma con il rimanente zucchero. Unite gli albumi al composto di cioccolato, mescolate dal basso verso l’alto stando attenti a non smontare gli albumi. Mettete il composto in stampini di alluminio usa e getta, precedentemente imburrati e cuocete a 180° per 7 minuti.

Sfornate, aspettate 10 minuti, prendete i vostri piatti da portata, rovesciate il tortino e mentre sfornate praticate con un coltello un foro sul fondo dello stampo esercitate una leggera pressione ai lati. Spolverizzate di zucchero a velo e servite con un bel bicchierino di Barolo Chinato DOCG. Rimarrete stupiti assicurato l’ha divorato anche il Direttore.

Emma Marrone album 2015, emma marrone Milano, emma marrone instore tour , emma marrone adesso

Amici 15 anticipazioni puntata 12 dicembre 2015: ospite Emma Marrone

Riforma pensioni 2016 aspettativa di vita

Riforma delle pensioni e speranza di vita: cosa cambia da una professione all’altra