in

Ricette Dolci dopo il tiggì: la pastiera di Sal De Riso

Proposta a “Dolci dopo il tiggì” dal maestro pasticcere Sal De Riso, la pastiera è il dolce della pasticceria partenopea più amato. Di seguito, ingredienti e procedimento per realizzare questa golosa ricetta. Per la frolla occorrono 500 g di farina debole, 200 g di zucchero, 300 g di burro, 60 g di tuorli d’uovo, 50 g di uova intere, 10 g di sale, 1/3 di bacca di vaniglia, 1/4 di buccia di limone grattugiata. Per le arance candite procuratevi invece 1 arancia, 200 g di zucchero e 200 g di acqua.

Iniziate con l’impastare la frolla, disponendo a fontana la farina e posizionando al centro zucchero, burro freddo, tuorli e uova intere, sale, vaniglia e scorza di limone grattugiata. Impastate il tutto molto velocemente, per evitare che il burro si sciolga. Fate riposare il panetto ottenuto in frigorifero per un’ora circa. Stendete la frolla con il mattarello, rivestite una tortiera a cerchio apribile e riponete di nuovo in frigo.

Per il ripieno occorrono 300 g di ricotta di mucca, 300 g di zucchero, 360 g di grano cotto, 180 g di crema pasticcera, 200 g di arance candite a cubetti, 200 g di uova intere, 2 gocce di fior d’arancio, 1 pizzico di cannella, 1 bacca di vaniglia, 75 di latte, scorza di 1 arancio, 1 pizzico di sale. Frullate le uova con la ricotta, lo zucchero, la cannella, le gocce di fiori d’arancio e i semi di una bacca di vaniglia, poi unite il grano, la crema pasticcera e le arance candite. Versate la crema sulla base di frolla ed infornate a 160° per un’ora. Completate con zucchero a velo.

Ultime notizie calciomercato Napoli: Roberto Insigne piace al Catania

Ultimissime notizie Lazio calcio: Djordjevic out tre mesi