in

Ricette Dolci dopo il tiggì: la torta Red Velvet

Oggi la pasticcera Ambra Romani – ospite al programma culinario Dolci dopo il tiggì di Antonella Clerici – ci propone la Red Velvet, un dolce immancabile sulle tavole degli americani in occasione di ogni festività. Gli ingredienti per l’impasto sono: 450g di farina 00, 1 cucchiaino di bicarbonato, sale q.b., 30g di cacao amaro in polvere, 200g di burro morbido, 280g di zucchero, 3 uova grandi, colorante rosso quanto basta, 80g di purea di barbabietole cotte, 125g di yogurt bianco, 1 cucchiaio di aceto di mele, ½ bustina di lievito istantaneo per dolci. Per la farcitura invece è necessario: 350g di burro morbido, 4 cucchiai di panna, 125g di zucchero a velo, qualche goccia di succo di limone, cannella in polvere q.b., 300g di formaggio spalmabile.

Per preparare l’impasto bisogna miscelare setacciando la farina, il cacao, il bicarbonato, il lievito e il sale. In planetaria, montare il burro montato con lo zucchero, in maniera da renderlo particolarmente schiumoso, e poi aggiungere uova, yogurt e purea di barbabietole (l’aggiunta del colorante è facoltativo, perché il colore rosso è già dato dalla purea; il sapore rimane comunque inalterato). A questo composto aggiungere la miscela di polveri preparata inizialmente, aggiungere l’aceto di mele e lavorare il tutto con fruste a mano o con la planetaria. Dividere poi l’impasto versandolo in tre teglie piccole, tonde e alte circa 22ml; infornare le teglie a 170° per 30 minuti in forno statico, non ventilato. La farcitura è costituita dalla cream cheese; per prepararla bisogna innanzitutto montare il burro con lo zucchero (meglio se a velo) con fruste o planetaria. Aggiungere poi un po’ di panna fresca liquida (necessaria per ammorbidire il burro e accogliere il formaggio) e dopo il formaggio. Aromatizzare con cannella e succo di limone. Versare la farcitura preparata nel saccapoche.

Terminata la cottura dell’impasto, lasciarlo raffreddare; per quanto riguarda la terza parte della preparazione, procedere poi tagliando la calotta (parte superiore) di ciascuna base e poi dividere l’impasto ben compatto in maniera tale da ricavare in totale quattro strati. Procedere con la farcitura usando il saccapoche per dare la stessa altezza (se necessario, aiutarsi con una spatola per livellare). Dopo aver glassato i lati e la calotta, terminare con la decorazione servendosi della cream cheese rimasta e del pan di Spagna sbriciolato. Consiglio della pasticcera Romani è quello di preparare e farcire questa torta un giorno prima della consumazione.

detto fatto

Detto fatto ricette: bocconcini di mozzarella con Caterina Balivo

bill jen

Il nostro piccolo grande amore: Jen sconfigge il cancro