in ,

Richiami animali vivi: bocciata la proposta di legge a tutela degli animali

I nostri gruppi politici, nella giornata odierna, sono stati chiamati a rendere nota la loro posizione circa l’emendamento all’art. 15 della Legge Comunitaria in discussione stamani alla Camera dei Deputati. L’attuale governo Governo Pd e la Lega Nord non hanno avuto dubbi e non si sono mostrati interessati a evolvere la nostra giurisdizione: la Camera ha respinto l’emendamento che mirava a delegittimare la pratica di utilizzare, in stato di costrizione, gli uccelli selvatici utili ai cacciatori come richiami vivi per la caccia.

bocciato emendamento contro richiami animali vivi

L’art. 15, che molte associazioni fra cui la LIPU hanno più volte contestato, lascia identico l’attuale ordinamento consentendo la cattura di svariati animali da parte dei cacciatori che li useranno come esche, i volatili vengono tenuti in condizioni poco dignitose rispetto alla loro natura. Fratelli d’Italia, Pd e Lega Nord non hanno ritenuto che questa pratica dovesse essere rivista mentre il Movimento Cinque Stelle, SEL, Gruppo Misto e parte di Scelta Civica e Forza Italia hanno votato a favore dell’emendamento in difesa degli animali.

L’Unione Europea si è già esposta mostrandosi contrariata nei riguardi di tale uso. “Il Governo – dice la pentastellata Chiara Gagnarli – ha tentato di arrampicarsi sugli specchi durante la discussione in Aula presentando un emendamento “specchietto per le allodole” che non risolve niente, anzi, se possibile complica le cose, e poi dichiara che in questo contesto non era necessario entrare nel merito della legge 157, ma bastava solo risolvere la procedura di infrazione. E come pensa di farlo il Governo? Introducendo nuove deroghe. Le stesse che l’Europa ci chiede di interrompere da 20 anni. Solo fumo negli occhi, insomma. Come sempre. Sarebbe bastato votare il nostro emendamento appoggiato anche da altri partiti. Ma il governo ha preferito sposare la linea della Lega e far vincere la lobby dei cacciatori”.

don matteo 9

Don Matteo, in arrivo la versione russa del prete investigatore

Paolo Ruffini parla a Sophia Loren: “E’ sempre una topa meravigliosa lei, se lo lasci dire”