in

Richiedere la cartella clinica all’ospedale: ecco come fare

Talvolta può essere necessario richiedere la cartella clinica, ma come fare? In questo articolo vi spieghiamo cosa contiene, quali sono i passaggi e i tempi necessari per ottenere una copia della cartella clinica archiviata nell’ospedale.

Alcuni enti (assicurazioni, fondi bancari, enti di previdenza, cliniche mediche, ecc…) richiedono spesso la cartella clinica, ma cos’è? Per cartella clinica, come spiega il Tribunale del Malato, è un diario giornaliero nel quale gli operatori sanitari registrano tutte le informazioni riguardanti lo stato di salute del paziente, la diagnosi, le terapie, le analisi e gli accertamenti strumentali cui esso viene sottoposto”: tale atto è pubblico e, per questo motivo, la sua compilazione deve sottostare a regole molto precise quali l’aggiornamento costante, la completezza e la leggibilità in ogni sua parte. Più in particolare, ai sensi del D. M. 5/8/1977, la cartella clinica deve contenere:

  • la diagnosi di entrata
  • le generalità complete  del paziente
  • l’anamnesi personale e familiare
  • l’esame obiettivo
  • gli esami di laboratorio e specialistici
  • la diagnosi
  • la terapia
  • gli esiti e i postumi

 

Come richiederla? Per richiedere la cartella clinica è necessario recarsi nell’ospedale di riferimento ovvero quello in cui il paziente si stato ricoverato: la cartella clinica, come previsto dalla legge, deve essere consegnata al paziente richiedente a costi ridotti (variabili a seconda dell’azienda sanitaria) e in tempi brevi. In particolare, come stabilito a livello nazionale dalla legge n. 241 del 1990, l’ospedale (sia esso pubblico o privato) è tenuto a fornire la copia della cartella clinica entro 30 giorni.

estate romana 2016 progamma

Estate Romana 2016, torna il ciclo di appuntamenti dedicati a cinema, teatro, musica e cultura

FIRENZE RAGAZZA ORIENTALE STUPRATA

Rimini, donna di 46 anni picchiata e stuprata da due marocchini