in

Ricostruzione ponte Genova: decreto fermo alla Ragioneria dello Stato, mancano coperture

Il decreto per la ricostruzione del ponte Morandi a Genova e per gli interventi a favore degli sfollati, approvato il 13 settembre scorso “salvo intese”, è fermo alla Ragioneria dello Stato perché mancherebbero diverse coperture. Lo riferisce l’agenzia RadioCor. La Ragioneria ha sottolineato l’assenza della relazione tecnica e la mancanza di copertura su molti articoli, dalla ricostruzione del ponte alle misure economiche per il rilancio di Genova. La Ragioneria sta per inviare una nota di risposta in cui suggerisce possibili coperture, ma spetterà comunque alle singole amministrazioni proponenti proporne di specifiche.

Crollo ponte Genova, Autostrade: «500 milioni, via i pedaggi e un nuovo ponte entro 6 mesi»

Si va dunque verso un nuovo allungamento dei tempi per l’inizio della ricostruzione. Fonti del Ministero dell’Economia e delle Finanze fanno sapere che il decreto è giunto alla Ragioneria senza alcuna indicazione degli oneri e delle relative coperture. «La Ragioneria generale dello Stato non ha bloccato il decreto, ma lo sta sbloccando» precisano le fonti del Mef, aggiungendo che i tecnici della Rgs «stanno lavorando attivamente per valutare le quantificazioni dei costi e individuare le possibili coperture da sottoporre alle amministrazioni proponenti. Soltanto così il decreto può essere bollinato e trasmesso al Quirinale per la promulgazione». Insomma, un pasticcio. E servirà ancora tempo, con inevitabili ritardi sull’avvio dei lavori. Il testo dovrà infatti ripassare alla Ragioneria dello Stato per la bollinatura e quindi al Quirinale.

E mentre il sindaco di Genova Bucci ribadisce che si aspetta di trovare nel Decreto tutto quello che è stato richiesto e concordato con il governo, dopo l’incidente probatorio di oggi in Procura si è appreso che la demolizione dei monconi del ponte potrà iniziare solo nel mese di dicembre. «Entro domani ci sarà la pubblicazione del decreto e immediatamente dopo ci sarà la nomina del Commissario», ha detto oggi il sottosegretario ai rapporti con il Parlamento, Matteo Guidesi. Ma il decreto Genova non è ancora al Quirinale.

Tutto sul crollo del ponte Morandi a Genova

Written by Andrea Monaci

47 anni, fondatore e direttore editoriale di Urbanpost.it Ha iniziato la sua carriera con la cronaca locale, ma negli ultimi 20 anni si è occupato principalmente di lavoro, criminalità organizzata e politica. Ha scritto, tra gli altri, per il "Secolo XIX" e "Lavoro e Carriere". Quando non lavora le sue passioni sono la musica rock, i cani, le vecchie auto e la buona cucina.

Bonus assunzioni Sud 2018 domanda, requisiti e info utili: la guida completa

Lady Diana era incinta di Dodi Al-Fayed? Le rivelazioni del patologo che fece l’autopsia