in

Riforma delle pensioni 2016 ultime novità: maxi-pensioni e ricalcolo contributivo, Boeri attaccato dell’ex ministro Gerardo Bianco

L’ex segretario del Ppi, Gerardo Bianco, come presidente dell’associazione ex parlamentari ha inviato una missiva ai due presidenti di Camera e Senato chiedendogli di intervenire per difendere gli ex parlamentari dalla campagna di stampa “subdola e infondata” simile alle “campagne giornalistiche che aprirono la strada al fascismo” avviata dopo la proposta del presidente dell’Inps, Tito Boeri, di ricalcare con il sistema contributivo i loro vitalizi. Bianco denuncia il pericolo del “grumo di antipolitica e di antiparlamentarismo” scagliato sui vitalizi.

Secondo Gerardo Bianco questa proposta contiene “un’intenzione punitiva“. Boeri, con finalità di equità sociale, ha proposto che le pensioni e i vitalizi al di sopra della soglia dei 5mila euro lordi (circa 3mila e 500 netti) vengono ricalcolate in base ai contributi realmente versati. Una misura che riguarderebbe tutti i 2.470 ex parlamentari che percepiscono il vitalizio e che porterebbe un risparmio di circa 90milioni di euro all’anno.

Bianco, come tanti altri ex suoi colleghi, subirebbe una decurtazione del 50% circa e andrebbe a percepire una pensione sotto i 3mila e 500 euro che egli stesso ha, qualche tempo fa, definito la cifra minima per “una sopravvivenza dignitosa”. Per cui ha chiesto ai presidenti delle camere una “chiara presa di posizione”. Riferendosi a Boeri, gli ha chiesto, provocatoriamente, “abbia il coraggio di richiedere per tutti i pensionati italiani i l ricalcolo in base ai contributi versati”. Inoltre ha contestato al presidente dell’Inps, “l’entrata a gamba tesa”, “l’inedita invasione di campo” e “il quadro inesatto e approssimativo” sulla situazione economica degli ex parlamentari.

Verissimo signora si sente male

Verissimo oggi ospiti: i professori di Amici 15, Ezio Greggio, Edoardo Leo, Marco Giallini

la donazione di Papa Francesco

Parigi, attentato terroristico: le parole di Papa Francesco