in

Riforma pensioni 2015: la previdenza complementare può arricchire la pensione

Il professore di Diritto del lavoro dell’Università Bocconi di Milano, Maurizio Del Conte, a proposito del superamento delle rigidità contenute nella riforma Fornero e della necessità di modificarla con una maggiore flessibilità ha dichiarato: “La vera riforma delle pensioni non la deve fare il Governo ma gli stessi contribuenti. É necessario educare gli italiani ad investire nei fondi di previdenza complementare”. Una maggiore flessibilità può funzionare solo se è sostenibile da parte dell’Erario e conveniente per i pensionandi. Si può valutare la congruità della perdita di parte della pensione in cambio del vantaggio di un’uscita anticipata.

In una società che è composta sempre più da popolazione anziana la flessibilità può costituire un’opportunità che permetta dei risparmi e scelte di vita di maggiore qualità. Il terzo pilastro del sistema pensionistico, quello della previdenza complementare, se diventa una cosa seria può offrire la possibilità di un’integrazione di reddito anche in età avanzata, compensando una riduzione graduale della previdenza di parte pubblica. Se si vuole una maggiore flessibilità inevitabilmente accompagnata da un abbassamento dell’assegno previdenziale è inevitabile il ricorso alla previdenza complementare.

Al ministero del welfare avevano avanzato l’ipotesi che nel triennio 2012-2015 dieci milioni di lavoratori si sarebbero potuti iscrivere alla previdenza complementare con un risparmio di imposte. Ad oggi questa non è ancora partita, le minori imposte che lo Stato ha evitato di incassare potrebbero costituire risorse aggiuntive per un intervento sul lato del pensionamento anticipato. La previdenza complementare diventa una necessità da cui non si potrà prescindere i futuro, investendo meglio la forte capacità di risparmi privato degli italiani. Mediamente l’investimento nei fondi pensione risulta più conveniente ad altre forme di investimento e presenta rischi certamente più

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

massimo bossetti processo

Yara Gambirasio: per la difesa di Bossetti l’assassino potrebbe trovarsi tra i familiari della vittima

operazione carabinieri contro truffe anzini

Cohousing a Roma: anziani e giovani migranti si incontrano nel progetto ‘Homefull’