in

Riforma pensioni 2015, referendum legge Fornero: la Consulta deciderà il 20 gennaio

Come anche annunciato da Matteo Salvini sul suo profilo Facebook, i giudici della Corte Costituzionale si esprimeranno in merito ai requisiti di ammissibilità del referendum abrogativo della Legge Fornero di cui la Lega Nord si è fatta promotrice. La decisione arriverà con qualche giorno di ritardo come voluto dal Carroccio, poiché non avendo ricevuto corretta notifica dell’atto, non aveva a sua volta potuto depositare il suo memoriale difensivo. La Consulta farà quindi slittare al 20 gennaio prossimo la sua decisione sulla ammissibilità dei quesiti referendari. Qualora la decisione fosse affermativa, e quindi gli italiani fossero presto chiamati al voto, tutto lascerebbe pensare che la riforma Fornero sarà cancellata, e ciò comporterebbe un ritorno al sistema vigente in precedenza in materia pensionistica.

Il referendum anti-Fornero, se vincesse il “sì”, comporterebbe un cambiamento relativo ai requisiti Inps per andare in pensione ed un immediato ripristino di quelli ‘vecchi’, che farebbero ‘risorgere’ le pensioni di anzianità e di vecchiaia, bloccando quindi l’asticella innescatasi da qualche anno che comporta il costante aumento dell’età pensionabile. Il referendum abrogativo dinnanzi ad una decisione affermativa della Consulta potrebbe aversi già ad aprile, e darebbe un forte scossone a tutto l’assetto del sistema previdenziale e alla relativa ‘riforma pensioni 2015’ su cui sta lavorando il governo Renzi.

Cosa accadrebbe se passasse il “sì”? La pensione di anzianità potrebbe essere raggiunta con il requisito minimo di 61 anni e 3 mesi di età e 35 anni di contributi, oppure con 40 anni di contributi versati, al di là dell’età anagrafica. I lavoratori autonomi, invece, per andare in pensione dovrebbero aver raggiunto 62 anni e 3 mesi d’età. La pensione di vecchiaia, che dopo la riforma Fornero può essere ottenuta con i requisiti dei 65 anni e 3 mesi di età e 60 anni e 6 mesi per le donne che lavorano nel privato, tornerebbe anch’essa alle regole precedenti.

Coppa del mondo di sci 2015 femminile

Elena Franchini vince la discesa di Coppa del mondo di sci a Cortina

servizio pubblico marco travaglio

Servizio Pubblico: scontro tra Cacciari e Travaglio