in

Riforma pensioni 2015 ultime notizie: opzione donna e pensione anticipata, la svolta è vicina

Arrivano altre notizie riguardanti il tema riforma pensioni 2015, questa volta per quanto riguarda l’opzione donna e la pensione anticipata. Come riportato da PensioniOggi, durante l’incontro di ieri in Commissione Lavoro alla Camera, Tito Boeri, ha aperto alla possibilità di una revisione delle circolari Inps, che accorcerebbero di un anno la durata del regime sperimentale. Dunque, il termine primo del 31 dicembre 2015 potrebbe essere come data ultima per la dimostrazione del possedimento dei requisiti e non più anche la data per la decorrenza della prestazione pensionistica come, invece, interpretato nelle circolari 35 e 37 del 14 marzo 2012.

=> LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2015

Un’altra novità potrebbe essere caratterizzata dal ricalcolo degli assegni col contributivo come strumento per la flessibilità in uscita. Tale svolta, si spera che arrivi prima del 6 ottobre prossimo, quando il Tribunale Amministrativo Regionale esaminerà la class action avviata dal Comitato Opzione Donna. Adesso, bisognerà convincere anche la Ragioneria Generale dello Stato che anche ieri si è opposta parlando di problemi di natura finanziaria.

I fondi messi a disposizione dovrebbero essesere sufficienti per accogliere le richieste delle lavoratrici: infatti, sulla spesa relativa al 31 dicembre 2014, su un totale di 1,684 miliardi di euro in dotazione, sono stati spesi solamente 707 milioni. Venerdì, comunque, ci sarà un nuovo incontro e la vicenda potrebbe presto risolversi.

Written by Giuseppe Cubello

Studente all'Università Magna Graecia di Catanzaro. Innamorato dello sport. Sogno di diventare presto giornalista pubblicista.

Alvaro Morata Supercoppa

Juventus Fc: Morata out un mese, niente Supercoppa per lo spagnolo

expo eventi 5 agosto

Milano Expo 2015: programma eventi di mercoledì 5 agosto