in

Riforma pensioni 2015 ultime notizie: penalizzazioni, Cesare Damiano chiede al Governo un accordo utile per i lavoratori

Cesare Damiano, presidente della Commissione Lavoro alla Camera intervenendo alla trasmissione mattutina di approfondimento su La7, Coffee Break condotta in studio da Flavia Fratello, ha sottolineato che dopo i grandi problemi determinati dalla Legge Fornero varata con molta fretta in una situazione di emergenza ora non bisogna incorrere in errori dovuti a superficialità. L’esponente dell’area sindacale del PD ritiene che prima ancora della Legge di Stabilità vanno portati a termine le due questioni della settima salvaguardia per gli esodati e la proroga del regime sperimentale Opzione Donna. Mentre con la Legge di Stabilità: “Va, invece, affrontato il tema della flessibilità”.

=> LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2015

Secondo il presidente della Commissione Lavoro le proposte del viceministro Morando, flessibilità a costo zero e del presidente dell’Inps, Tito Boeri ricalcolo interamente contributivo del trattamento pensionistico otterrebbero il risultato di non essere possibile opzione per i lavoratori che si vedrebbero decurtate la pensione in una percentuale intorno al 30%. Damiano ribadisce la validità della proposta del PD in Commissione Lavoro che: “Prevede una penalizzazione massimo dell’8% nel caso di anticipo di quattro anni (in pensione a 62 e non a 66) o una pensione di anzianita’ con 41 anni di contributi. Si tratta di una buona base di partenza sulla quale siamo disponibili ad avviare da subito un confronto serio con il Governo. Si possono trovare soluzioni anche meno costose, ad esempio differenziando la penalizzazione: del 2% fino ai 1.500 euro mensili, del 3% al di sopra di tale cifra”.

Le parole di Damiano hanno destato qualche preoccupazione nei lavoratori precoci che aspettano febbrilmente l’approvazione della proposta contenuta nello stesso disegno di legge 857 di cui lo stesso Damiano è proponente, che prevede per questa categoria di lavoratori la possibilità di accedere al pensionamento anticipato con 41 anni di contributi versati e senza limiti di età e penalizzazioni. Nel gruppo Lavoratori precoci a tutele dei propri diritti, la maggior parte dei commenti postati sono di preoccupazione per il fatto che Damiano nel suo intervento non abbia fatto nessun riferimento alla loro richiesta.

adele perde 30 kg

Adele perde 30 kg: ecco i suoi segreti per una bellezza curvy ma in forma

città più conveniente Verona

Altroconsumo, inchiesta supermercati in 68 città: Verona la più conveniente d’Italia