in

Riforma pensioni 2015 ultime notizie su uscita anticipata: per Pier Paolo Baretta “modi e tempi dipenderanno dalla compatibilità finanziaria”

L’uscita anticipata dal mondo del lavoro e le modalità della sua attuazione continuano ad infiammare gli animi, di politici e non solo. L’attesissima riforma delle pensioni, di cui sembra molto probabile il rinvio della discussione, almeno per quanto riguarda la controversa questione della flessibilità in uscita, continua a far parlare soprattutto riguardo alla sua sostenibilità finanziaria.

Così come riportato da Adnkronos, Pier Paolo Baretta ha ribadito in occasione della Summer School di Confartigianato che il governo sta continuando a lavorare sul tema, anche se “modi e tempi dipenderanno dalla compatibilità finanziaria”, così come espresso dal premier Matteo Renzi. Il Sottosegretario di Stato del Ministero dell’Economia ha poi precisato che il provvedimento potrà essere contenuto “in Stabilità o in una legge ad hoc o un provvedimento successivo”.

=> LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2015

Infine ha ribadito quanto dichiarato proprio ieri da Cesare Damiano in un’intervista a Repubblica.it: il nodo cruciale riguarda i costi della flessibilità, dal momento che “se si intende il lungo periodo il risparmio c’è, ma nei primi anni un costo c’è perché lo Stato deve anticipare la quota parte”.

Il governo avrà l’intenzione di arrivare fino in fondo e l’eventuale coraggio di parlare con Bruxelles sul provvedimento che intende prendere? Ancora è presto per dirlo.

Calciomercato Juventus News

Calciomercato Juventus News: Pogba al Barcellona nel 2016, in Spagna sono sicuri

Emma Marrone al matrimonio di Elisa

Emma Marrone stringe il bouquet al matrimonio di Elisa