in

Riforma pensioni 2015 ultime novità: Esodati e Opzione Donna, Cesare Damiano, 9 settembre decisivo, risorse disponibili

Il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, è quello che per il Governo, di recente, ha preso posizioni posizioni più impegnative sulla riforma pensioni 2015. Anche se c’è un ampio consenso alla necessità di riformare il rigido sistema pensionistico varato dal governo Monti col ministro Fornero, introducendo maggiore flessibilità per assicurare ai lavoratori la possibilità di accedere prima alla pensione in cambio di penalizzazioni sul futuro assegno pensionistico, non c’è la stessa condivisione sulle concrete misure di questa flessibilità e su i suoi costi a carico dello Stato. I Lavoratori sono in attesa di conoscere quante risorse il Governo metterà nel capitolo previdenza con la prossima Legge di Stabilità per vedere quanto il sistema di flessibilità introdotto potrà essere loro utile.

=> LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2015

La logica esposta dal ministro Poletti è quella di considerare la maggiore flessibilità come un altro pezzo di riforma del mercato del lavoro: “Tenere le persone dentro le aziende è uno dei fattori che impedisce ai giovani di trovare lavoro. È una delle cause per cui le aziende stesse faticano a tenere il passo con un mondo sempre più veloce”. Mentre i sindacati dei pensionati si preoccupano del potere di acquisto, del sistema fiscale e del servizio sanitario dei loro iscritti e: “Puntano sulla ripresa del dialogo sociale e ripropongono al centro dell’agenda politica le condizioni di vita degli anziani”. Per questo chiedono la modifica in senso migliorativo del meccanismo di rivalutazione degli assegni previdenziali.

Una delle problematiche più urgenti da risolvere è quella della settima salvaguardia per i lavoratori esodati che la Commissione del Lavoro della Camera affronterà già il prossimo mercoledì 9 settembre, con un nuovo incontro che dovrebbe essere quello decisivo. Il presidente della Commissione, Cesare Damiano, ha garantito che ci sono le risorse disponibili: “Si tratta di circa tre miliardi di euro risparmiati finora dal Fondo di 11, 6 miliardi dedicati alle salvaguardie. Le Rete degli esodati ha fatto bene a sollecitare il premier Renzi sulla settima salvaguardia, si sta individuando una soluzione, con i ministeri del Lavoro e delle Finanze con la Ragioneria e l’Inps, da trovare prima della Legge di Stabilità e che riguardi anche la cosiddetta Opzione Donna”.

fantasie red carpet venezia 72

Venezia 72 red carpet: i look fantasia più belli, meglio Dakota Johnson o Amber Heard?

le librerie più belle, librerie foto

Le librerie più belle e creative di sempre (FOTO)