in

Riforma pensioni 2015 ultime novità: flessibilità rinviata e solo a costo zero, per Matteo Renzi priorità al Sud e allo sviluppo

Il premier Matteo Renzi, intervenendo nella trasmissione di Rai Uno, Porta a Porta, ha spiegato che nella Legge di Stabilità non c’è spazio per tutto. Dagli ambienti del ministero del Lavoro trapela che: “Per la flessibilità in uscita, c’è un problema di risorse oltreché di merito”. Dunque Palazzo Chigi starebbe decidendo di destinare altrove le risorse disponibili: al Sud e allo sviluppo. Mentre per la riforma delle pensioni bisognerà attendere ancora qualche mese e si starebbero studiando meccanismi che permettano una flessibilità a costo zero per lo Stato.

=> LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2015

Il premier dal salotto di Bruno Vespa ha chiarito: “Dobbiamo trovare un meccanismo per cui chi vuole andare in pensione un po’ prima rinunciando a un po’ di soldi possa farlo, il problema è quanto prima e quanti soldi. Spererei di farlo nelle prossime settimane e mesi. Sono ottimista ma per lo stato deve essere a somma zero“. Dunque è il momento dei conti e del confronto con i sindacati. Inizia a farsi strada l’idea di ricorrere ad un disegno di legge come strumento per modificare la legge Fornero. Si allungherebbero i tempi, ma Renzi ha sottolineato: “Sulle pensioni non siamo nemmeno partiti per un principio di buon senso: negli ultimi anni in troppi hanno messo bocca e mano sulle pensioni; si annuncia una cosa sulle pensioni solo quando siamo sicuri di farla”.

Dunque verranno disattese le aspettative di inserimento nella prossima Legge di Stabilità provvedimenti per abbassare l’età pensionabile. Bisognerà attendere ancora. Il Mef spiega che al momento non si possono spostare risorse verso la previdenza: “Bisogna evitare che vi sia uno squilibrio a favore della spesa previdenziale rispetto ad altre necessità dello stato sociale“. Tra le priorità dell’esecutivo ci sarebbe il Mezzogiorno e Renzi ha confermato: “Stiamo discutendo e lavorando su varie proposte per il Sud nella legge di stabilità: ci sono più proposte ad esempio il credito di imposta sul Mezzogiorno che potrebbe valere un paio di miliardi e c’è chi suggerisce di far proseguire nel Mezzogiorno la decontribuzione per i nuovi assunti al Sud per un altro anno“. La logica sarebbe quella di favorire gli investimenti delle imprese nel settore della ricerca e dell’innovazione, a beneficio della competitività del Paese. Tra le proposte allo studio del Governo c’è quella degli sgravi fiscali per le imprese che acquistano nuovi macchinari, csì come previsto già dalla legge Sabatini, che potrebbe essere estesa a tutti gli investimenti delle aziende.

sollecito chiede risarcimento

Caso Meredith: Raffaele Sollecito chiederà risarcimento per ingiusta detenzione

stonehenge neolitico inghilterra

Stonehenge, alla luce il più grande sito neolitico inglese