in

Riforma pensioni 2015 ultime novità: i lavoratori precoci chiedono la Quota 41 e Matteo Renzi risponde ad uno di loro

La riforma delle pensioni tiene tutti i lavoratori, prossimi alla pensione, con il fiato sospeso. Il Governo ormai da diverse settimane ha annunciato che le modifiche all’attuale legge Fornero saranno contenute nel Documento economico e finanziario a cui il Governo sta lavorando per essere pronto già a settembre e nella Legge di Stabilità del 2016 che dovrà essere approvata dal Parlamento entro la fine dell’anno.

=> LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2015

Tra le categorie più in fibrillazione ci sono le donne lavoratrici che vorrebbero vedersi prorogato il regime sperimentale Opzione Donna che permetterebbe loro di poter uscire dal lavoro a 57 anni di età e 35 di contributi, ma con la pensione calcolata con il sistema contributivo, e i lavoratori precoci, cioè quei soggetti che hanno iniziato a lavorare in giovanissima età e che ora chiedono di potere andare in pensione con 41 anni di contributi senza limitazioni anagrafiche e soprattutto senza penalizzazioni, avendo loro versato un monte contributivo per un lunghissimo periodo. In particolare i lavoratori precoci si sentono molto penalizzati dalla vigente normativa previdenziale e si preparano alla mobilitazione perché venga accolta la cosiddetta Quota 41 sostenuta dalla proposta di Cesare Damiano presiedente della Commissione Lavoro della Camera dei Deputati.

Uno di loro ha scritto una email al premier Matteo Renzi che gli ha prontamente risposto: “Ciao Renato, ti ringrazio per avermi scritto e per avermi raccontato un po’ della tua storia personale. Siamo ala lavoro per definire correttivi all’attuale sistema pensionistico. Vogliamo dare maggiore flessibilità in uscita non senza tener conto dell’equilibrio dei conti pubblici. Presto ci saranno novità. Tu continua a seguirci, e non perdere la speranza perché l’Italia è ripartita”. Renato ha prontamente pubblicato le parole del premier e sul web sono centinaia i lavoratori del gruppo “Lavoratori precoci uniti a tutele dei propri diritti” che hanno postato commenti pieni di scetticismo e poco convinti che le modifiche saranno all’altezza delle promesse.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

Un Posto al Sole anticipazioni settimanali

Un Posto al Sole anticipazioni settimanali 24-28 Agosto 2015: violenta aggressione a Sandro

Aggiornamento Android M download Samsung Galaxy Note 5 e Samsung Galaxy S6 Edge