in

Riforma pensioni 2015 ultime novità: Opzione Donna più fiducia per la proroga, focus sul prestito ponte ed ipotecario

Sulla riforma pensioni 2015 sembra arrivata ad uno sbocco positivo la battaglia di molte lavoratrici donne per poter accedere al regime sperimentale Opzione Donna che consente il pensionamento anticipato a 57 anni di età e 35 di contributi, accettando il calcolo dell’assegno pensionistico con il sistema contributivo. L’Inps con una circolare restrittiva aveva fissato la scadenza di questa possibilità al 31 dicembre 2015 come data ultima entro cui bisognava percepire l’assegno. Il 9 settembre quando ripartirà il confronto in Commissione Lavoro alla Camera, dopo l’accordo raggiunto tra ministeri del Lavoro e dell’Economia con Inps e Ragioneria dello Stato, si dovrebbe approvare un provvedimento che sblocchi la questione. Cesare Damiano ha rassicurato i gruppi di pressione sorti sui social: “‘Noi abbiamo l’obiettivo di correggere la circolare restrittiva dell’Inps, noi escludiamo sia l’aspettativa di vita che la finestra mobile”.

=> LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2015

Il comitato Opzione Donna ha deciso di aspettare con fiducia il 9 settembre e la loro responsabile della comunicazione Orietta Armiliato ha avuto parole di apprezzamento per il lavoro svolto dal presidente Damiano: “Ha condotto questa battaglia con l’attenzione e la precisione di un chirurgo, facendo maturare i tempi, interloquendo in maniera inequivocabile e seguendo una linea diretta senza deviare mai, ha taciuto in momenti in cui giovava il silenzio ed ha parlato quando era giunto il tempo di parlare e, nel frattempo, si è attrezzato: ora è pronto per l’affondo e noi con lui”.

Tra le soluzioni ipotizzate per l’anticipo dell’uscita dal lavoro c’è in campo anche quello del cosiddetto “prestito ponte” cioè un prestito pensionistico che permette di accedere alla pensione con due tre anni di anticipo attraverso un prestito da restituire a rate dopo la maturazione effettiva della quiescenza. Intanto arriva anche in Italia una forma di prestito ipotecario con il quale i proprietari di un immobile che hanno più di 60 anni e ancora devono accedere alla pensione potranno andare in banca per chiedere un prestito offrendo in garanzia la propria casa. Il prestito verrà rimborsato dagli eredi che avranno la possibilità di chiedere un nuovo finanziamento o lasciare alla banca la proprietà dell’immobile.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

Emma Marrone Facebook Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne 2015

Emma Marrone Instagram: un brutto colpo per la cantante

Calciomercato Milan Keita Biglia

Lazio – Bologna 2-1 diretta live Serie A, risultato finale: Biglia e Kishna decisivi