in

Riforma pensioni 2015 ultime novità: pensione anticipata e prestito, reddito minimo agli over 55 nella Legge Stabilità

Si avvicina la ripresa dei lavori parlamentari a settembre e la discussione sula Legge di Stabilità 2016 che il governo di Matteo Renzi proporrà, nella quale dovranno essere definite le misure della riforma del sistema previdenziale attualmente regolato dalla legge Fornero varato dal governo Monti nel 2011. Al centro del dibattito c’è l’introduzione di una maggiore flessibilità in uscita verso il pensionamento. L’ipotesi attualmente più accreditata è quella di consentire il pensionamento anticipato ai lavoratori che hanno raggiunto tra i 62 anni e i 63 anni di età, con una decurtazione dell’assegno previdenziale non più del 2%, ma del 3%, per ogni anno di anticipo rispetto agli attuali 66. Riduzione della pensione che potrebbe essere controbilanciata attraverso il prestito pensionistico “ponte”, già ipotizzato dal precedente ministro del Lavoro del governo Letta, Enrico

=> LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2015

In questo modo la maggiore spesa a carico dei conti pubblici sarebbe intorno al miliardo di euro da colmare nei bilanci degli anni successivi, garantendo quella sostenibilità chiesta dall’Unione europea, anche se ciò andrebbe a penalizzare un po’ di più i futuri pensionandi. Dal ministero dell’Economia potrebbero riprendere altre due proposte del presidente dell’Inps, Tito Boeri, quella del sostegno al reddito per i lavoratori che hanno superato i 55 anni e sono rimasti senza lavoro e senza pensione e quella di un piccolo prelievo sotto forma di contributo di solidarietà per le pensioni che superano i 3.000-3.500 euro al mese.

Per una maggiore chiarezza si aspetta l’intervento ad un convegno al meeting di Rimini di Comunione e Liberazione sul tema “Formazione, apprendistato e flexicurity: la via italiana per sostenere lo sviluppo e l’occupazione”, che avverrà domani 26 agosto. In quest’occasione si potrà vedere meglio se gli impegni annunciati prima dell’estate saranno mantenuti nella Legge di Stabilità. A partire dall’aumento degli assegni più bassi e dalla rivisitazione dei requisiti di accesso alla pensione perché come affermato dal premier Renzi: “si vive più a lungo e chi vuole deve poter andare in pensione un pò prima”, magari per recuperare una parte delle risorse finanziarie si potrà intervenire con alcune restrizioni su pensioni di invalidità e baby pensioni.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

bimbo di 10 anni morto annegato

Tragedia nel Palermitano: morto annegato bambino di 10 anni

jafar panahi taxi, taxi teheran film,

Taxi Teheran film, Jafar Panahi e la sua telecamerina sfidano la censura imposta dal regime