in

Riforma pensioni 2015 ultime novità: pensione anticipata per tutti a 57 anni e 35 di contributi, ma col contributivo

Il presidente dell’Inps, Tito Boeri, in un incontro che si è tenuto ieri al ministero dell’Economia con il ministri Pier Carlo Padoan e Giuliano Poletti, ha presentato alcune ipotesi di riforma delle pensioni sulla questione della maggiore flessibilità in uscita dal lavoro rispetto al brusco innalzamento dell’età prevista nel 2011 dalla Legge Fornero. Il principio su cui si incentrano le proposte di Boeri è che la possibilità del pensionamento anticipato stia dentro un disegno organico dove il costo si debba coprire all’interno stesso del sistema previdenziale: “La flessibilità deve avere un impatto neutro dal punto di vista attuariale, perché solo così la maggiore spesa sarà sostenibile anche rispetto ai vincoli che derivano dalla politica di bilancio monitorata dall’Unione europea e che consentono dei margini in situazioni economiche avverse”.

=> LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2015

Su queste basi la soluzione non si può allontanare dal sistema contributivo. I lavoratori che vorranno uscire prima dal lavoro per il pensionamento dovranno accettare che il loro assegno pensionistico venga interamente calcolato con il sistema contributivo e quindi con una decurtazione valutata intorno al 20% in meno rispetto a quello retributivo. In questo caso si potrebbe andare in pensione con soli 57 anni di età, 58 per gli autonomi, e 35 anni di contributi.

Su base volontaria si tratterebbe di una soluzione simile all’opzione donna Inps estesa a tutte le categorie di lavoratori. L’altra novità proposta dall’Inps è quella di una specie di reddito minimo per quei lavoratori ultra 55enni in situazione di disagio economico, perchè rimasti senza lavoro senza ancora avere maturato i requisiti per poter accedere al pensionamento. Questo tipo di misura assistenziale verrebbe finanziata attraverso il ricalcolo parziale con il sistema contributivo delle pensioni più ricche e con una rivisitazione di alcune prestazioni assistenziali a beneficio dei redditi più alti.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

Rapina in banca a Cagliari

Rapina in banca a Cagliari: rapinatori barricati con ostaggi

Milano Expo 2015: Zomato, la app per i ristoranti di Expo