in

Riforma pensioni 2015 ultime novità su pensione anticipata e riscatto della laurea

Il ministro del Lavoro Giuliano Poletti prosegue nel suo lavoro di ascolto e approfondimento per definire le modifiche alla Legge Fornero, arrivando entro la fine di marzo a mettere in campo una Riforma pensioni 2015. Il Governo tiene aperto il cantiere della previdenza per riuscire a far andare in pensione prima dei 42 anni e mezzo di contributi i tanti che rimangono senza lavoro, introducendo la flessibilità necessaria sia ai lavoratori in situazioni critiche che ad imprese più competitive.

Il presidente della Commissione Lavoro del Senato, Maurizio Sacconi, esponente dell’Ncd ha lanciato due proposte: la prima è quella di incentivare l’uscita anticipata dal lavoro attraverso un accordo tra impresa e dipendente con la prima che provvederebbe ad integrare i contributi del lavoratore. La seconda proposta è quella di incentivare il riscatto della laurea rendendolo meno costoso di oggi.

I vantaggi di queste misure dovrebbero essere un risparmio previdenziale sull’importo della pensione ed evitare il formarsi di altri esodati. Le imprese avrebbero la possibilità di mandare a casa i lavoratori più anziani con un vantaggioso ricambio generazionale. Sul versante dei costi il Governo avrebbe avviato una trattativa con l‘Ue per fissare i termini finanziari attraverso la nuova Legge di Stabilità

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

Cagliari – Inter 1-2 diretta live Serie A, risultato finale

Melissa P eliminata al televoto

Isola dei Famosi 2015 diretta: Melissa P. eliminata al televoto