in

Riforma pensioni 2016 news oggi: lavoratori precoci e Quota 41, sblocco dopo le 50mila firme?

La categoria dei lavoratori precoci si sta ponendo l’obiettivo di raggiungere 50mila firme a sostegno della petizione lanciata dal presidente della Commissione Lavoro alla Camera, Cesare Damiano con cui tra le altre cose si chiede l’approvazione della Quota 41 che consentirebbe ai lavoratori che hanno raggiunto oltre 41 anni di contribuzione di andare in pensione, senza limiti di età e senza decurtazioni dell’assegno previdenziale. L’ex ministro del Lavoro è convinto che con 50mila firme sul tavolo delle trattative la questione dei lavoratori precoci non può più rimanere irrisolta.

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2016!

Negli ultimi giorni si è registrata un’apertura del Governo a una revisione del sistema pensionistico. Sulla scia di  questo orientamento è avvenuto l’incontro tra Governo e sindacati che potrebbe sfociare in soluzioni condivise su un sistema previdenziale più flessibile sul versante dell’uscita dal lavoro.  Il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, in proposito ha parlato di momento storico, ma i lavoratori precoci restano in allerta per la mancata presa di posizione da parte del Governo sulla Quota 41.

La trattativa tra Governo e sindacati è appena all’inizio, i lavoratori precoci sperano che si possa arrivare nel più breve termine possibile all’approvazione della Quota 41 senza penalizzazioni e nel frattempo si stanno mobilitando per raccogliere le 50mila firme alla petizione di Cesare Damiano per aumentare la loro visibilità e sostenere nel modo migliore la loro vertenza.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

UEFA Champions League facebook

Finale Champions League 2016, ecco come Milano è stata invasa dai tifosi spagnoli

convocati irlanda del nord euro 2016

Euro 2016 convocati Irlanda del Nord: analisi della rosa