in

Riforma pensioni 2016 news oggi: Opzione Donna nuovi sostegni e buone prospettive per la proroga

Le lavoratrici del gruppo Facebook, “Opzione donna proroga al 2018″, sono sempre molto attive nel sostenere la loro richiesta della proroga del regime sperimentale Opzione Donna, che permetterebbe loro, con 35 anni di contributi e al raggiungimento dei 57/58 anni di età, di poter andare in pensione calcolando l’assegno integralmente col sistema contributivo. Queste lavoratrici insieme a quelle organizzate nel gruppo “Opzione Donna ultimo trimestre 57-58” si stanno adoperando per trovare sostegni politici e istituzionali per ottenere la possibilità di una quiescenza anticipata, in considerazione anche del ruolo sociale che le donne lavoratrici hanno svolto e continuerebbero a svolgere all’interno delle loro famiglie, ma sgravate dalla necessità di lavorare ancora.

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2016

In linea con la loro battaglia, le lavoratrici hanno postato sulla loro bacheca un rendiconto di nuovi incontri a Roma con diversi rappresentanti politici, alcuni di questi molto attivi nelle Commissioni parlamentari che si occupano delle soluzioni per la riforma delle pensioni: “I colloqui con i nostri interlocutori sono proseguiti nell’intensa giornata di ieri, prima in Commissione Lavoro Senato con le Senatrici Erica D’Adda, Patrizia Manassero, Maria Spilabotte e Annamaria Parente e alla presenza della Sen. Emanuela Munerato; successivamente ho incontrato gli Onorevoli Pippo Civati e Andrea Maestri”.

In conclusione hanno comunicato le prospettive per la loro vertenza: “Oltre ad avere l’appoggio incondizionato di tutte le Senatrici presenti, abbiamo avuto ampie rassicurazioni che entro il mese di luglio in Commissione Lavoro Senato verrà trattata la nostra situazione, sperando di ricevere per quell’epoca i primi dati del contatore fino al 30 giugno 2016. Nell’incontro avuto con gli On. Civati e Maestri, che conoscono ampiamente e perfettamente il tema Opzione Donna, è emersa la loro disponibilità a sostenere la nostra causa in Commissione Lavoro Camera”.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

naturhouse

NaturHouse: una consulenza gratuita è il primo passo per tornare in forma

Euro 2016 convocati Irlanda: analisi della rosa