in

Riforma pensioni 2016 ultime notizie: flessibilità in uscita e quota 41, Cesare Damiano torna all’attacco con una petizione online

Quali strategie mettere in atto in nome della flessibilità in uscita? Il pensionamento anticipato per alcune categorie di lavoratori resta uno dei più importanti nodi irrisolti della riforma previdenziale.

Allo slogan “Agli anziani la pensione, ai giovani il lavoro”, il Presidente della Commissione lavoro alla Camera Cesare Damiano ha lanciato una petizione online sul portale Progressi.org per introdurre questo meccanismo, ovvero per sostenere la proposta di legge A.C. 857/2013 firmata tra gli altri da Damiano e Gnecchi che permette ai lavoratori precoci di uscire dal mondo del lavoro avendo maturato 41 anni di contribuzione e ai pensionandi di andare in pensione “con un anticipo fino a quattro anni rispetto ai requisiti previsti, con penalizzazioni accettabili”.

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2016!

Ma c’è di più: secondo Damiano, l’approvazione di questa legge renderebbe più equo il sistema previdenziale attraverso una serie di interventi, ovvero la possibilità di estendere opzione donna ad altre lavoratrici, la realizzazione di un’ottava salvaguardia a favore degli esodati senza penalizzazioni, l’introduzione di un meccanismo appropriato di indicizzazione per le pensioni medio-basse. La proposta targata Damiano e Gnecchi è nata per “arginare” l’irrigidimento del sistema voluto dalla Fornero, con l’obiettivo ultimo di agevolare l’ingresso dei giovani nel mondo del lavoro.

Written by Corinna Garuffi

Trentun anni, laureata in Scienze della Comunicazione, lavora da anni nel sociale. Da sempre alla ricerca di notizie inerenti al mondo del volontariato e alle opportunità offerte dell’Unione Europea, è anche appassionata di fotografia, arte e cucina. Indossa per la prima volta le vesti di blogger.

Kevin Durant cestista Nba

Basket, Nba playoff 2016: Oklahoma pareggia i conti, show Lebron

noel gallagher damon albarn

Noel Gallagher Damon Albarn, dall’augurio di morte per Aids alla possibile collaborazione: incoerenza musicale