in

Riforma pensioni 2016 ultime novità: esodati, donne, precoci e disoccupati, Cgil, Cisl e Uil incalzano il Governo

Le ultime novità sul nodo delle modifiche da apportare alla legge Fornero sul sistema previdenziale provengono dalle dichiarazioni della rappresentante del sindacato Inca Cgil, Vera Lamonica. A margine della mobilitazione generale che tutte le sigle sindacali stanno attuando in questi giorni e fino al 15 ottobre, in vista delle decisioni che il Governo ha promesso di adottare sul sistema pensionistico con la prossima Legge di Stabilità, l’esponente sindacale ha sottolineato: “Il nostro obiettivo di riforma del sistema pensionistico è volto ad assicurare una garanzia di base: chi ha lavorato, abbia in cambio un assegno previdenziale accettabile. Va poi corretto il sistema contributivo come forma di solidarietà e nel contempo va valorizzato il lavoro di cura e domestico”.

=> LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2016

L’auspicio è che le pressioni sul Governo lo portino a correggere quell’innalzamento dell’età pensionabile che ha penalizzato le donne lavoratrici, gli esodati, i precoci e in ultimo i disoccupati. Vera Lamonica in proposito spiega: “Nella prossima Legge di Stabilità chiediamo che ci sia una vera flessibilità in uscita” e ancora aggiunge: “Non è possibile che le donne che non lavorano debbano avere 70 anni per andare in pensione contributiva”.

Intanto presso i presidi territoriali promossi dalla Cgil, Cisl, Uil si raccolgono tutte le richieste e le speranze dei lavoratori in febbrile attesa dei provvedimenti del Governo e che da quattro anni chiedono una maggiore flessibilità in uscita dal lavoro.

Andrea Coda Recupero

Calcio Sampdoria Ultimissime: l’infortunio di Andrea Coda

carlos sainz incidente

Formula Uno, GP Sochi: Carlos Sainz è cosciente, il video dello schianto pauroso