in

Riforma pensioni 2016 ultime novità: esodati e precoci al via la mobilitazione per l’ottava salvaguardia e la Quota 41

La Rete dei Comitati Esodati ha diffuso un appello, lanciando una mobilitazione per riuscire a tutelare i circa 20-30mila lavoratori che sarebbero rimasti fuori dalla settima salvaguardia varata con la Legge di Stabilità. La Rete dei Comitati chiede di: “Riconoscere il diritto alla pensione con le regole ante manovra Monti-Fornero a tutti coloro che non erano più occupati al 31/12/2011 per avvenuta risoluzione contrattuale a qualsiasi titolo, oppure avevano entro quella data sottoscritto accordi collettivi o individuali che come esito finale prevedevano il futuro licenziamento e che maturano il requisito pensionistico con le previgenti norme entro il 31/12/2018”.

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2016

La Rete dei Comitati Esodati sta promuovendo una serie di iniziative a salvaguardia degli esodati rimasti fuori dalla tutela e si vuole raggiungere un’ottava misura di salvaguardia facendo una lotta che riesca a scuotere Governo e Parlamento. Per questo scopo la Rete ha predisposto un progetto di censimento dei lavoratori che erano senza lavoro al 31 dicembre 2011 o che entro quella data, avevano firmato accordi individuali o collettivi di incentivo all’uscita dal lavoro entro qualche mese.

Anche i lavoratori precoci, si apprestano a iniziative di lotta per ottenere la possibilità di pensionamento con 41 anni di contributi senza limiti di età né penalizzazioni. I “Lavoratori precoci uniti a tutela dei propri diritti” si stanno organizzando in comitati territoriali per sostenere la loro battaglia e nel frattempo lanciano una grande manifestazione nazionale da svolgere a Roma entro il prossimo mese di marzo. Fulvia Colombini, del patronato Inca della Cgil, intervenendo alla trasmissione Mi manda RaiTre, ha offerto appoggio alla causa dei precoci dichiarando che una soglia di 41 anni di contributi dopo la quale si può andare in pensione. Cgil, Cisl e Uil da tempo sostengono la Quota 41 proposta da Cesare Damiano e incalzano il Governo per ottenere una risposta positiva.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

Aldo Montano shock anafilattico

Scherma, Aldo Montano medaglia d’oro: vittoria in Coppa del Mondo e accesso a Rio 2016

San Valentino 2016 offerte low cost

San Valentino 2016: dove andare per un romantico weekend low cost