in

Riforma pensioni 2016 ultime novità: flessibilità, Cesare Damiano e Maria Luisa Gnecchi, una nuova battaglia a favore dei lavoratori

I lavori della Commissione Lavoro della Camera continuano e al centro hanno il tema delle pensioni. Con il suo ultimo post, il presidente dell’organo parlamentare, Cesare Damiano, ha spiegato che l’onorevole Maria Luisa Gnecchiinsieme a tutti parlamentari PD della Lavoro, ha presentato una interrogazione in Commissione. L’oggetto del quesito posto al rappresentante del Governo, il sottosegretario Cassano, era la richiesta di promuovere, in via amministrativa, la correzione della circolare dell’INPS n. 35 del 14 marzo 2012, al fine di consentire l’accesso al pensionamento delle lavoratrici e dei lavoratori nati nel 1952”.

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2016

La circolare dell’Inps oggetto dell’interrogazione, prevede una restrizione aggiuntiva rispetto alla disciplina contenuta nelle cosiddetta legge “Salva Italia”, “al comma 15-bis dell’articolo 24 del decreto legge n. 201 del 2011, convertito con modificazioni, dalla legge n. 214 del 2011”, cioè che per poter accedere alla questo tipo di flessibilità “il lavoratore interessato dovesse essere al lavoro alla data del 28 dicembre 2011, come dipendente del settore privato”. Per Cesare Damiano si tratta di una restrizione inaccettabile poiché va a colpire coloro che hanno perso il lavoro prima di quella data e hanno più bisogno di andare in pensione.

Quindi l’esponente del Pd fa nel suo post, oltre ad annunciare che cercheranno di ottenere le modifica, lancia un appello ai vertici dell’Inps: “Continueremo la nostra battaglia per convincere il Governo che questa circolare dell’INPS va corretta. Vorremmo che anche i vertici dell’Istituto si occupassero del problema”.

Ispettore Coliandro 5 anticipazioni seconda puntata: il segreto di Giacomino

PAESTUM INTOSSICATI

Roma: 25enne precipita nella tromba dell’ascensore, è grave