in

Riforma pensioni 2016 ultime novità: flessibilità e Ape, per Cesare Damiano proposta insufficiente

Il presidente della Commissione Lavoro alla Camera, Cesare Damiano, considera l’apertura di Matteo Renzi a un intervento sulle pensioni con la prossima Legge di Stabilità: “Un altro passo avanti sulla strada della flessibilità delle pensioni”, ma in un post pubblicato sulla propria bacheca Facebook, esprime alcune osservazioni critiche: “Se il Governo propone, come ha detto Renzi, che i soli nati tra il 1951 e il ’53 possano andare in pensione prima degli attuali 66 anni e 7 mesi previsti, vorrei ricordare che: i nati nel ’51, nel 2017 compiranno 66 anni di età (l’anticipo sarebbe di ben 7 mesi). I nati nel ’52, che hanno lavorato nei settori privati (e che erano in attività il 28 dicembre del 2011), in base alla legge Fornero possono già fare domanda di pensione quest’anno, al compimento dei 64 anni età. Restano i nati nel ’53 che, il prossimo anno, avranno 64 anni di età: per loro la condizione più vantaggiosa, vale a dire l’anticipo di 2 anni e 7 mesi. Per questo riteniamo l’apertura del Premier importante, ma del tutto insufficiente. Noi pensiamo ad una misura strutturale che valga per tutti ( 4 anni di anticipo e penalizzazione del 2% per ogni anno). Inoltre dobbiamo correggere la normativa dei lavoratori “precoci””.

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2016!

Mentre il Commissario alla spending review, Yoram Gutgeld, chiarisce che l’Ape, ovvero l’anticipo pensionistico non andrà a penalizzare le pensioni più alte perché le coperture finanziarie non verranno trovate come propone il presidente dell’Inps Tito Boeri: “Ma seguiremo un altro tipo di strada, ricorrendo al prestito bancario che ha il vantaggio di non gravare sui conti dello Stato”.

Comunque questo tipo di flessibilità in uscita dal lavoro non sarà gradito a molti lavoratori poiché il taglio del 4% annuo non è certamente un costo così facilmente appetibile e conveniente. Dal fronte sindacale il segretario generale della Cisl, Annamaria Furlan, esprime cautela sulla proposta annunciata dal premier Matteo Renzi: “Attendiamo ora una convocazione rapida da parte del Governo, fuori dagli annunci, per affrontare un tema così delicato e importante che sta a cuore a tante lavoratrici e a tanti lavoratori italiani e ai giovani desiderosi di entrare nel mondo del lavoro”.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

I migliori anni facebook

Programmi Tv stasera 6 Maggio 2016: I migliori anni e Ciao Darwin-La Resurrezione

incassi cinema

Star Wars Rogue One, Alden Ehrenreich è il nuovo Han Solo: ecco chi è