in

Riforma pensioni 2016 ultime novità: flessibilità, Opzione Donna e Quota 41, manifestazione nazionale, il Governo accetterà il confronto?

Domani in moltissime piazze italiane si terranno manifestazioni pubbliche indette dai sindacati per chiedere al Governo di rispettare gli impegni sulla riforma delle pensioni che introduca una maggiore flessibilità nell’attuale sistema previdenziale adottato con la legge Fornero. Alla vigilia, Annamaria Furlan, leader della Cisl ha scritto che la modifica della Legge Fornero deve essere una “Priorità se vogliamo davvero dare lavoro ai giovani e aprire una prospettiva nuova nel Paese. Per questo occorre uscire da un dibattito astratto, fatto di annunci e promesse di intervento, aprendo un tavolo serio di confronto tra il Governo e le parti sociali”.

> LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2016

Ad avviso del Segretario generale della Cisl bisognerebbe dare ai lavoratori a possibilità di poter scegliere il pensionamento anticipato a cominciare dai 62 anni di età, oltre che prevedere la Quota 41 per i lavoratori precoci che hanno cominciato a lavorare in giovanissima età. Alle manifestazioni di domani oltre che i precoci, gli esodati e i lavoratori interessati alla flessibilità, interverranno anche le lavoratrici che reclamano la proroga del regime di Opzione Donna fino al 2018. Queste ultime hanno diffuso un invito a partecipare attraverso la bacheca Facebook del loro gruppo. Con il regime Opzione Donna si può andare in pensione a 57 anni con 35 di contributi, ma accettando in cambio il calcolo della propria pensione con il più penalizzante sistema contributivo, ma nonostante questa forte penalizzazione le richieste di usufruire di questa opportunità sono state in notevole crescita.

I sindacati chiedono di differenziare l’uscita dal lavoro per le diverse tipologie di lavoratori che portano con sé differenze sulle aspettative di vita e chiedono al Governo un tavolo di confronto per discutere nel concreto di pensioni oltre che di lavoro e di fisco. Tuttavia il Governo, da un lato sembra rassicurare sulla volontà di intervenire per modificare la legge Fornero, ma dall’altro non offre concrete aperture all’avvio di un vero confronto così come chiesto dai sindacati

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

Offerte ricaricabili aprile 2016

Offerte ricaricabili aprile 2016 Tim, Vodafone, Wind e Tre: ecco le nuove promozioni

Come si fa a vedere chi ti spia su Facebook? Ecco quello che potrebbe succedere sul più famoso social network