in

Riforma pensioni 2016 ultime novità: flessibilità sperimentale per tutti già nella Legge di Stabilità con penalizzazioni decrescenti

Tutti i gruppi parlamentari rappresentati in Commissione lavoro alla Camera sono impegnati a sostenere richieste di modifica, attraverso emendamenti migliorativi, al capitolo sulla previdenza inserito dal Governo nella Legge di Stabilità, per ora limitato a settima salvaguardia per gli esodati, estensione Opzione Donna, part-time di accompagnamento alla pensione per gli ultra 63enni. Nelle ultime ore emerge l’idea di recuperare il sistema della quota 100 come somma di età e contributi, ma con delle penalizzazioni.

=> LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2016

Queste decurtazioni del trattamento pensionistico potrebbero essere mitigate proporzionalmente all’entità dell’assegno e all’età di anticipo oltre che alla tipologia di lavoro, come ad esempio precoci o usuranti. Questo sistema di flessibilità sarebbe attivato attraverso un periodo sperimentale con uno stanziamento di fondi limitato. In un fase successiva, se la sperimentazione dovesse produrre buoni risultati, il provvedimento verrebbe inserito nello specifico provvedimento sulle pensioni che il Governo si è impegnato a fare nel 2016.

La novità politica positiva per le attese dei lavoratori prossimi alla pensione è che in Commissione Lavoro, sostanzialmente, c’è accordo tra tutti i gruppi per un gruppo di emendamenti alla proposta del Governo. Avanza l’idea di abolire le ricongiunzioni onerose e semplificare il cumulo contributivo. Il sottosegretario all’Economia Pierpaolo Baretta, ha confermato l’apertura del Governo ad uno specifico provvedimento sulla previdenza fatto dopo e al di fuori della Legge di Stabilità

borrometi mafia

La sfacciataggine della mafia 2.0: il caso Borrometi (Intervista)

Grande Fratello 14 diretta

Grande Fratello 14 diretta: Luigi si scontra con Giovanni per Mary