in

Riforma pensioni 2016 ultime novità: flessibilità con penalizzazioni eque e turnover, Cesare Damiano e Confindustria d’accordo

La riforma delle pensioni continua ad essere al centro della discussione politica: quali misure verranno adottate per modificare la legge Fornero e garantire nuove forme di flessibilità in uscita? Proprio in queste ore sono riprese le audizioni alla Camera che potrebbero garantire in tempi brevi la risoluzione della questione esodati e la proroga dell’Opzione Donna.

Come riportato da Askanews, Cesare Damiano, Presidente della Commissione Lavoro della Camera, ha espresso soddisfazione dopo l’incontro avvenuto con Ania e Confindustria, dal momento che “anche queste associazioni delle imprese hanno confermato l’importanza di adottare qualche forma di flessibilità nel sistema pensionistico”.

=> LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2015

Nel corso dell’incontro è stata ribadita l’esigenza di trovare un “livello equo di penalizzazione per chi decide di andare in pensione”, fissando “un’età baricentrica certa” che per Damiano corrisponde ai 66 anni di età. Il politico e le due associazioni si sono trovate d’accordo anche nel sostenere il turnover e riconoscere che l’uscita posticipata dal mondo del lavoro ha rappresentato un problema non solo per i lavoratori ma anche per le imprese, costrette a subire “un processo di invecchiamento della manodopera” penalizzante per l’aumento della produttività.

Written by Corinna Garuffi

Trentun anni, laureata in Scienze della Comunicazione, lavora da anni nel sociale. Da sempre alla ricerca di notizie inerenti al mondo del volontariato e alle opportunità offerte dell’Unione Europea, è anche appassionata di fotografia, arte e cucina. Indossa per la prima volta le vesti di blogger.

diete-dimagranti-da-evitare

Dieta del gruppo sanguigno funziona? Perché evitarla

J Ax presenta Sorci Verdi, la svolta: da rapper a presentatore tv? (intervista)