in

Riforma pensioni 2016 ultime novità: Giuliano Cazzola spiega “l’imbroglio” che il piano di Tito Boeri conterrebbe

Il giuslavorista Giuliano Cazzola nel suo blog sul sito web Formiche ha spiegato sotto il titolo Le Punture di Spillo,”i trucchi” della proposta del presidente dell’Inps Tito Boeri sulla riforma delle pensioni. Secondo l’esperto di diritto del lavoro non sarebbero i contributi versati a determinare l’ammontare della penalizzazione dell’assegno pensionistico, bensì l’età in cui il soggetto è andato in pensione.

=> LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2016

“Si metterebbe a confronto il coefficiente di trasformazione ragguagliato all’età in cui il soggetto è andato in pensione con quello, in vigore a quel momento, per l’età legale. Sulla base della differenza si determinerebbe la percentuale del taglio da apportare in misura strutturale”. Cazzola sostiene che leggendo con attenzione le proposte avanzata da Tito Boeri, che tenderebbe a mettere da parte il sistema retributivo, avendo permesso di percepire trattamenti previdenziali superiori rispetto ai contributi versati, con un ricalcolo contributivo applicato retroattivamente.

Giuliano Cazzola sostiene infine che il presiedente dell’Inps si sarebbe reso conto che la sua proposta non può essere attuata per mancanza di dati o per insufficienza di dati quindi si verificherebbe una “Eterogenesi dei fini” e si determinerebbe un vero e proprio imbroglio.

caso maurantonio news

Caso Maurantonio, per la Scientifica fu incidente: “Su davanzale solo sue tracce”

loris stival ultime notizie processo

Loris Stival, il padre di Veronica Panarello: “Mia figlia non ha detto la verità”