in

Riforma pensioni 2016 ultime novità: i lavoratori esodati denunciano lo scippo di un miliardo di euro dal loro Fondo

Anche se la settima salvaguardia per i lavoratori esodati è stata una delle poche misure previdenziali che il Governo ha inserito nella Legge di Stabilità, presentata al Parlamento, questa categoria di lavoratori ancora resta insoddisfatta e continua la propria battaglia per arrivare a una soluzione definitiva per coloro che ancora, pur essendo rimasti senza lavoro, né pensione, sono privi di tutele.

=> LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2016

La Rete dei Comitati degli Esodati ha mandato ai parlamentari l’ennesimo appello chiedendo loro una modifica al provvedimento per arrivare a tutelare tutti i circa 49.500 lavoratori che l’Inps stima essere rimasti ancora fuori dalle precedenti salvaguardie. La stessa Rete continua la battaglia perché le risorse del Fondo degli esodati dove sono rimaste le economie delle sei precedenti salvaguardie non siano distratte per essere utilizzate con altre finalità, come il Governo starebbe tentando di fare con questa Legge di Stabilità prelevando circa un terzo di questo Fondo per un ammontare di quasi un miliardo di euro.

In un loro comunicato gli esodati denunciano che “é bene ricordare che il Governo aveva assicurato, davanti a ben quattro Commissioni riunite del Parlamento, la soluzione definitiva alla questione esodati, ma non sta onorando gli impegni poiché ad oggi oltre 23mila di essi resterebbero ancora non salvaguardati”. La Rete dei comitati chiede ai parlamentari di respingere il tentativo del Governo di togliere un miliardo dal fondo destinato alla salvaguardia di tutti quelli che ne hanno diritto, concludendo che “in caso contrario gli esodati, che non saranno salvaguardati ora e le loro famiglie, saranno condannate all’indigenza da questo Parlamento e da questo Stato italiano che li avrà traditi… e traditi due volte!”.

Il Segreto facebook 8 dicembre

Programmi Tv stasera, 8 Dicembre 2015: Il paradiso delle signore e Il Segreto

Le città con i murales più belli d’Europa: il significato nascosto della street art