in

Riforma pensioni 2016 ultime novità: lavoratori precoci soluzione nella Legge di Stabilità o Quota 45?

Per i lavoratori precoci, dopo le ultime dichiarazioni del premier Matteo Renzi in base alle quali una riforma strutturale delle pensioni non può avvenire con la Legge di Stabilità 2016, si profila uno scenario un cui potrebbero avere una qualche speranza di andare in pensione prima di quanto previsto dalla legge Fornero, cioè dopo 42 anni e 6 mesi di contributi gli uomini, un anno prima le donne.

=> LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2016

Mentre la Quota 41, cioè la possibilità di andare in pensione con 41 anni di contributi senza limiti anagrafici e senza penalizzazioni, tanto sostenuta dal presidente dela Commissione Lavoro della Camera dei Deputati, Cesare Damiano, è stata al momento accantonata, un barlume di fiduciosa attesa in questa categoria di pensionandi è sorto per alcune dichiarazioni del ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, il quale ha ribadito che il Governo sta cercando una soluzione per i lavoratori precoci da inserire nella Legge di Stabilità 2016.

La situazione che potrebbe, dunque, realizzarsi è che mentre le modifiche alla legge Fornero, nella direzione di una maggiore flessibilità del sistema pensionistico attuale, sono rinviate di almeno tre mesi, alcune specifiche situazioni come quelle dei lavoratori precoci potrebbe trovare una soluzione nella Legge di Stabilità, a meno che non passi il suggerimento dell’Unione europea di tagliare le pensioni anticipate e applicare loro l’invisa Quota 45 in nome della mancanza delle risorse e dell’equilibrio dei conti pubblici.

Belgio

Euro 2016, favola Belgio: Nainggolan e compagni dal 71° al 1° posto nel Ranking FIFA

expo eventi 14 ottobre

Milano Expo 2015: programma eventi di mercoledì 14 ottobre