in

Riforma pensioni 2016 ultime novità: no tax area dal 2016, ecco cosa cambia

Tra gli ultimi emendamenti approvati dalla Commissione Bilancio della Camera alla Legge di Stabilità 2016, c’è l’anticipo dell’ampliamento della no tax area per i pensionati. Per quanto riguarda la copertura finanziaria per pareggiare la minore entrata si attingerà dalla proroga del blocco dell’indicizzazioni delle pensioni e da una diminuzione dello stanziamento per il Fondo per la formazione e l’occupazione.

=> LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2016

Già a partire dal 2016, nel caso di reddito complessivo composto da uno o più redditi da pensione viene concessa una detrazione dall’imposta lorda che aumenta, da 1.725 euro a 1.783 euro e il reddito complessivo da 7.500 a 7.750 euro. Dagli “1.255 euro, incrementati del prodotto tra 470 euro e l’importo corrispondente al rapporto tra 15.000 euro, diminuito del reddito complessivo, e 7.500 euro, se l’ammontare del reddito complessivo è superiore a 7.500 euro ma non a 15.000 euro a “1.255 euro aumentati del prodotto fra 528 euro e l’importo corrispondente al rapporto tra 15.000 euro, diminuito del reddito complessivo, e 7.250 euro, se l’ammontare del reddito complessivo è superiore a 7.750 euro ma non a 15.000 euro, e 1.255 euro, se il reddito complessivo è superiore a 15.000 euro ma non a 55.000 euro. La detrazione spetta per la parte corrispondente al rapporto tra l’importo di 55.000 euro, diminuito del reddito complessivo, e l’importo di 40.000 euro”.

Mentre per i pensionati che hanno un’età superiore a 75 anni:invece degli attuali 1.783 euro, se il reddito complessivo non supera 7.750 euro passa a 1.800 euro per redditi non superiori ad 8.000 euro. Il tutto per una detrazione. L’ammontare della detrazione effettivamente spettante non inferiore a 713 euro; invece degli attuali 1.297 euro, aumentati del prodotto tra 486 euro e l’importo corrispondente al rapporto tra 15.000 euro, diminuito del reddito complessivo, e 7.250 euro, se l’ammontare del reddito complessivo è superiore a 7.750 euro ma non a 15.000 euro, l’agevolazione prevista dal DDL Stabilità diviene pari a 1.297 euro, aumentati del prodotto tra 583 euro e l’importo corrispondente al rapporto tra 15.000 euro, diminuito del reddito complessivo, e 7.000 euro, se l’ammontare del reddito complessivo è superiore a 8.000 euro ma non a 15.000 euro; resta invece invariata la detrazione pari a 1.297 euro, se il reddito complessivo è superiore a 15.000 euro ma non a 55.000 euro. La detrazione spetta per la parte corrispondente al rapporto tra l’importo di 55.000 euro, diminuito del reddito complessivo, e l’importo di 40.000 euro”.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

Il Segreto anticipazioni settimanali

Il Segreto anticipazioni dal 20 al 27 dicembre e giorni di pausa: Chi ha violentato Maria?

start up spotify

Spotify Party per iPhone e Android: in famiglia e con gli amici si festeggia con le nuove playlist