in

Riforma pensioni 2016 ultime novità: Opzione Donna, la proroga, opportunità o penalizzazione?

Il meccanismo del “contatore”, inserito nella scorsa Legge di Stabilità per monitorare la spesa per il pensionamento delle lavoratrici che scelgono il regime sperimentale di Opzione Donna, andando in pensione a 57 anni di età con 35 anni di contributi e il calcolo della pensione con il “penalizzante” sistema contributivo, prevede un primo passaggio di verifica nel mese di settembre. Da quel momento con i prevedibili risparmi potrà essere estesa la possibilità di questa opzione anche alle altre lavoratrici interessate che maturerebbero i requisiti dopo il 31 dicembre 2015.

=> LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2016

Per questo scopo il comitato “Opzione Donna Proroga al 2018” prosegue la sua attività di sensibilizzazione di tutti i gruppi politici presenti in Commissione Lavoro sia alla Camera che al Senato. Di recente, Pier Paolo Baretta, sottosegretario all’Economia ha mostrato disponibilità a fare in modo di arrivare concretamente a questo obiettivo. Maria Antonietta Ferro tra le promotrici di un appello al Governo ha dichiarato sulla rivista Donna Moderna: “Noi ci speriamo e lottiamo. Anche se vorremmo di più: che diventasse qualcosa di stabile”.

In realtà il regime di Opzione Donna è oneroso per le lavoratrici che lo scelgono così come conferma Alberto Brambilla, presidente del Centro studi e ricerche itinerari previdenziali: “Circa il 25%-30% dell’assegno. Ecco perché la sconsiglio e la vedrei come ultima spiaggia per chi ha esigenze particolari”. Tuttavia il brusco innalzamento dell’età imposto dalla Fornero che dal 2018 porta a 66 anni e sette mesi l’età di pensionamento anche per l donne ha portato moltissime lavoratrici ad aderire al regime di Opzione Donna, così come conferma Maria Antonietta Ferro: “Nella vita le donne si fanno carico di figli e anziani genitori. Io credo che 35 anni di lavoro siano più che sufficienti. Perché vietare una scelta che nel futuro si ripaga da sola, visto quello che perdiamo? La politica, poi, è miope su un punto: se noi lasciamo, facciamo spazio ai giovani. Che lavorano con i contratti flessibili e forse neanche la vedranno la pensione”.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

Windows 10 mobile

Windows 10 mobile ultime news aggiornamento uscita: Microsoft sta progettando una nuovo lock screen?

Siti e app Gif animate gratis per Facebook, Tumblr e Whatsapp: dove trovarle e come condividerle