in

Riforma pensioni 2016 ultime novità: Opzione Donna passa l’estensione al 2015, resta in ballo la proroga

La modifica al testo sull’Opzione Donna inserito nella Legge di Stabilità ha molte probabilità di essere approvata dalla Camera. Infatti il presidente della Commissione Lavoro della Camera, Cesare Damiano, ha comunicato che nella Commissione la correzione è stata votata da tutti i gruppi parlamentari: “Su questo punto dirimente chiediamo di consentire alle lavoratrici che compiono 57 anni di età, se dipendenti, e 58, se autonome, entro il 31 dicembre di quest’anno di poter accedere alla pensione avendo almeno 35 anni di contributi”.

=> LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2016

Con questo emendamento si andrebbe a sanare un’evidente stortura dato che con l’attuale formulazione si escluderebbero le lavoratrici che raggiungono il requisito dell’età dei 57 o 58 anni dopo il 30 settembre. Una disparità basata solo sull’età anche in caso di uguale ammontare contributivo. Purtroppo la stessa cosa non si può dire per le altre lavoratrici che sperano nella proroga del regime Opzione Donna oltre il 2015 e anche per l’anticipo della no tax area per i pensionati o la tutela di tutti gli esodati stimati dalla stessa Inps intorno a 50mila. Queste ultime modifiche andrebbero a cozzare con la questione della copertura finanziaria.

I sindacati confederali continuano a tenere alti i toni del confronto col Governo sulla questione pensionistica, il segretario della Fnp-Cisl, Gigi Bonfanti, reclama maggiore sostegno al reddito dei pensionati, visto il basso livello medio dei trattamenti previdenziali: “La decisione di equiparare dei pensionati a quella dei lavoratori, cosa sulla quale ci siamo battuti per anni, dimostra come sia necessario che il Governo si confronti con le parti sociali per trovare le soluzioni più giuste ed eque per lavoratori e pensionati”.

iPad Pro in arrivo in Italia

iPad Pro prezzo uscita news: quando arriverà in Italia?

esplosione ad ankara

Allarme terrorismo, triplice attentato in Ciad: oltre 100 coinvolti tra morti e feriti