in

Riforma pensioni 2016 ultime novità: partite IVA e contributi previdenziali, ecco che cosa propone Cesare Damiano

Le riforma delle pensioni continua a far discutere: mentre il Governo è al lavoro per trovare nuove forme di flessibilità in uscita eventualmente differenziate a seconda della platea di lavoratori coinvolta, non si placa la protesta di lavoratori esodati e sindacati, coinvolti in una lunga mobilitazione nazionale che apre i battenti oggi 5 ottobre e si protrarrà fino al giorno 15.

=> LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2015

Intanto Cesare Damiano ha reso noto attraverso una nota Ansa di continuare a insistere perché vengano trattati con urgenza – oltre agli incentivi per favorire la crescita dell’occupazione – i temi che riguardano le pensioni, ovvero Opzione Donna, settima salvaguardia per gli esodati e flessibilità in uscita. Il presidente ha poi posto l’attenzione su un problema che finora è stato trattato solo marginalmente, ovvero i contributi per chi è in possesso di una partita Iva“Non vorremmo che ci si dimenticasse delle Partite Iva: all’errore compiuto di recente dal Governo va posto rimedio. I contributi previdenziali vanno bloccati all’attuale 27% e portati, con gradualità, al 24%, come per i lavoratori autonomi”.  Per le start up, invece, prosegue Damiano, “va prevista una tassazione agevolata al 5% per i primi 5 anni”.

expo eventi 5 ottobre

Milano Expo 2015: programma eventi di lunedì 5 ottobre

I 10 lavori più stressanti

I 10 lavori più stressanti: la classifica di UrbanPost