in

Riforma pensioni 2016 ultime novità: pensione anticipata a 64 anni, flessibilità sperimentale ed estensione dell’Opzione Donna, le proposte dI Cesare Damiano

Il presidente della Commissione Lavoro alla Camera, Cesare Damiano, continua il suo impegno per cercare di modificare la Legge di Stabilità e introdurre nel capitolo previdenziale la maggiore flessibilità in uscita. Damiano ha proposto al premier Matteo Renzi e al Governo “di avviare una sperimentazione già in questa Legge di Stabilità, consentendo un anticipo, con penalizzazione, di uno o due anni anziché di quattro”. In concreto Damiano accetterebbe una soluzione di compromesso con la sua proposta di anticipo a 62 anni che ora diventerebbero 64. Anche se non viene specificato di quanto verrebbe decurtato il futuro assegno previdenziale: questione dirimente, perché è da questo che dipende la convenienza di quest’opportunità per i lavoratori.

=> LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2016

Intanto appare più praticabile la modifica sul punto che riguarda l’Opzione Donna in cui verrebbero ricomprese le lavoratrici nate dell’ultimo trimestre del ‘57 e ‘58. La senatrice del Pd, Erica D’Adda, componente della Commissione Lavoro, propone di estendere l’Opzione Donna al 2018 ed eventualmente in una forma di flessibilità pensionistica allargarla anche agli uomini. Nel frattempo la Rete dei Comitati degli esodati attacca il Governo perché avrebbe utilizzato 400 milioni risparmiati dalle precedenti salvaguardie in favore di altre categorie. Tra l’altro la settima salvaguardia non copre tutti i 49.500 lavoratori senza tutela, ma solo 36.300.

Nell’audizione in Commissione al Senato, il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, ha affermato che con la Legge di Stabilità non si è voluto depotenziare “la riforma del sistema pensionistico, che lo ha reso uno dei più stabili e sostenibili d’Europa” e ha auspicato che ciò non avvenga neanche in prospettiva. Questa affermazione andrebbe contro gli impegni che il premier Matteo Renzi ha pubblicamente preso più volte e in ultimo con la promessa di un intervento nel 2016.

michele buoninconti elena ceste

Michele Buoninconti condannato: legge dalla Bibbia la storia di Susanna, ecco la metafora che intendeva

6 consigli per far crescere la vostra startup

Startup: gli errori più comuni da evitare quando avviate una nuova attività