in

Riforma pensioni 2016 ultime novità: pensione anticipata a 62 anni e Quota 41 Cesare Damiano e i sindacati spronano il Governo

In queste ultime settimane, nelle prese di posizione di vari esponenti del Governo, sulle modifiche alla Legge Fornero, sono state avanzate diverse ipotesi, a partire dagli esodati fino al regime di Opzione Donna, ma niente è stato detto sulla Quota 41 per i lavoratori precoci. Malgrado questa sostanziale assenza del Governo, i lavoratori precoci proseguono nel loro attivo impegno per ottenere la possibilità di andare in pensione dopo aver versato 41 anni di contributi indipendentemente dall’età anagrafica e senza penalizzazione sulla loro pensione. In questa battaglia i precoci hanno il sostegno unitario di Cgil, Cisl e Uil, che nella vertenza aperta con il Governo Renzi sulla riforma delle pensioni ne hanno fatto un punto fermo.

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2016

In un comunicato congiunto i sindacati confederali premono sul Governo per la riforma delle pensioni: “Il Governo non ha inteso finora aprire un confronto sul tema pensioni ma una discussione al riguardo non si può più evitare. Difatti non è più rinviabile un tavolo di merito sulla flessibilità in uscita e sui problemi ancora aperti”. Anche la vicepresidente della Commissione Lavoro alla Camera, Renata Polverini esponente dell’opposizione di centrodestra concorda sulla necessità di superare la legge Fornero: “Dietro la riforma Fornero purtroppo si sono consumati e continuano a consumarsi tanti drammi personali e familiari. Ed è ora di dire basta. Il governo deve cambiare atteggiamento e dare delle risposte concrete”.

Tra i principale sostenitori della Quota 41 c’è il presidente della Commissione Lavoro alla Camere, Cesare Damiano, che insieme al sottosegretario Pier Paolo Baretta nella proposta di legge sulla flessibilità a 62 anni e di età e 35 di contributi ha inserito anche la Quota 41 per i lavoratori precoci. Cesare Damiano da tempo incalza il premier Matteo Renzi e il Governo per la modifica dell’attuale sistema previdenziale: “L’obiettivo del 2016 deve essere la flessibilità delle pensioni. In questo senso il primo importante appuntamento è il Documento di Economia e Finanza: se non dovesse contenere un riferimento alla necessità di correggere il sistema previdenziale, sarebbe grave e anche contraddittorio con le affermazioni dello stesso Premier Renzi”.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

Servizio online Inps 2016 simulazione pensione

Busta Arancione Inps online: chi riguarda e come funziona il servizio sulla pensione

Omicidio Gloria Rosboch ultime notizie

Gloria Rosboch, scritte sui muri di Castellamonte: Gabriele ha un altro complice?