in

Riforma pensioni 2016 ultime novità: pensione anticipata e flessibilità, per Tito Boeri ci sono le condizioni

Il capogruppo del Partito democratico in Commissione Lavoro al Senato, Annamaria Parenti, ha accolto positivamente la dichiarazione del sottosegretario Tommaso Nannicini che a proposito della flessibilità in uscita nel sistema previdenziale ha affermato che il Governo “cercherà di affrontarla nella prossima Legge di Stabilità”. La senatrice Parenti ritiene che questa dichiarazione non sia l’ennesimo rinvio, ma la conferma dell’impegno del Governo per introdurre la flessibilità: “è molto positivo che il sottosegretario Tommaso Nannicini ci abbia indicato la prossima Legge di Stabilità come obiettivo del Governo”. Per Annamaria Parenti la flessibilità in uscita con una accettabile penalizzazione sulla futura pensione potrebbe interessare e coinvolgere anche le imprese che hanno interesse a “svecchiare” la propria forza lavoro.

> LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2016

Il presidente dell’ines, Tito Boeri, è di nuovo intervenuto sulla riforma della legge Fornero e sulla pensione anticipata con flessibilità in uscita, in occasione del ‘Dies Academicus’ all’Università Cattolica di Piacenza: “Quello italiano è un sistema pensionistico contributivo in cui contano moltissimo i contributi versati nei primi anni della carriera lavorativa ma spesso i giovani non ne sono consapevoli e tendono anzi a disinteressarsi a questi aspetti. È bene che i giovani si interessino alla loro situazione contributiva fin dal primo ingresso nel mondo del lavoro”.

Il professore Boeri, ribadisce la sua proposta di consentire il pensionamento anticipato a 63 anni e sette mesi con una decurtazione della futura pensione fino ad un massimo del 10%: “Penso di sì che ci siano, date le caratteristiche del nostro sistema pensionistico, le possibilità di garantire una certa flessibilità in uscita, che significa che si può uscire prima con pensioni più basse che si percepiranno più a lungo, l’unico problema è che nell’immediato questo aumenta il disavanzo pubblico, e quindi viene un po’ a cozzare con le regole europee, io credo che la battaglia da fare in Europa è quella di capire che quello che conta davvero è il debito di lungo periodo e quindi anche il debito pensionistico implicito inserir questo nelle regole, e a quel punto valorizzare operazioni come questa, cambiando queste regole sarebbe possibile la flessibilità in uscita”.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

Curry Finals NBA Golden State

Nba risultati e highlights della notte: LeBron e Curry si sfidano a distanza, Parker prova a inserirsi

Lazio – Galatasaray: ora diretta tv, streaming gratis Europa League