in

Riforma pensioni 2016 ultime novità: pensione anticipata, prestito pensionistico e flessibilità, Maurizio Landini richiama al confronto il Governo

L’ipotesi del prestito pensionistico tornato alla ribalta negli ultimi giorni come misura concreta per consentire l’anticipo dell’uscita dal lavoro a partire dai 63 anni, anche facendo ricorso alla collaborazione del sistema creditizio, basandosi sulla garanzia del Tfr dei lavoratori non piace in modo categorico a Maurizio Landin, segretario nazionale della Fiom-Cgil.

=> LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2016

L’esponente sindacale, da Campo Liguria, dove parteciperà, il 25 aprile alla commemorazione di Don Andrea Gallo, boccia senza appello la possibiltà di ricorrere al prestito pensionistico: “Mi sembrano follie”. Landini ha aggiunto che il Governo dovrebbe confrontarsi sulla piattaforma unitaria proposta dal sindacato federale in maniera unitaria: “La piattaforma che Cgil Cisl e Uil hanno presentato chiedendo al governo di aprire una trattativa deve essere la base”.

Il leader della Fiom giudica che la legge Fornero fu fatta solamente per esigenze di far cassa, ma non si è trattato di una vera riforma del sistema previdenziale: “Quella che fu fatta dal governo Monti non è una riforma, è stato un taglio delle pensioni. Quindi bisogna riaprire un tavolo vero di trattativa col governo. Bisogna abbassare l’età pensionabile, bisogna ripristinare le pensioni d’anzianità a partire dai lavori più pesanti e pensare la futuro dei giovani perché un sistema puramente contributivo ammazza il sistema”

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

25 aprile a Torino eventi e idee

Cosa fare il 25 aprile 2016 a Torino? Eventi, mostre, mercatini, gite fuori porta e idee last minute

gemma galgani uomini e donne Trono over

Ballando con le Stelle 2016 finale: la delusione di Gemma Galgani