in

Riforma pensioni 2016 ultime novità: pensione di reversibilità, smentite del Governo, rischi e verità

L’argomento pensioni è un tema caldo che suscita aspettative e reazioni alle quali le forze politiche e sindacali sono molto attente e il rischio è quello che il dibattito sconti spesso aspetti di strumentalità politica e non di ponderate e attente valutazioni. Il tema delle pensioni di reversibilità sollevato a seguito della presentazione del disegno di legge delega sulla lotta alla povertà dal Governo il 28 gennaio scorso, sembra rientrare dopo le piccate reazioni del presidente della Commissione Lavoro, Cesare Damiano, dei sindacati e delle opposizioni, alle quali ha ribattuto il ministro del Lavoro Giuliano Poletti, assicurando che non ci sarà nessun taglio alle pensioni di reversibilità.

=> LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2016

La discussione è stata determinata dal fatto che il provvedimento del Governo che chiede la delega al Parlamento è necessariamente generica lasciando ampi spazi interpretativi. Lo stanziamento previsto per il piano di contrasto alla povertà nella Legge di Stabilità è di 600 milioni di euro incrementati a un miliardo per il 2017. Si tratta di cifre palesemente non sufficienti allo scopo, tanto che il Governo stesso nella delega ha previsto di recuperare altre risorse dal riordino delle prestazioni assistenziali e previdenziali legate al reddito.

Il disegno di legge introduce il concetto di “universalismo selettivo” per l’accesso alla pensione di reversibilità, che dopo l’entrata in vigore delle nuove norme potrebbe essere collegata ai parametri Isee, “indicatore della situazione economica equivalente”. Mentre attualmente l’assegno di reversibilità è legato al numero dei superstiti e in piccola parte al loro reddito. Le pensioni di reversibilità sono una spesa importante, circa 41 miliardi di euro l’anno e un terzo di questa somma è spesa per quelle situazioni in cui costituisce l’unica forma di reddito dei superstiti che nella maggior parte dei casi si somma alla casa di abitazione. Quindi la materia è ardua da affrontare per il rischio di creare nuovi poveri, comunque da assistere, e anche sul piano elettorale è un tema sensibile a cui il Governo e i politici più in generale devono stare molto attenti. Dunque è molto probabile che alla fine al momento non si facciano neanche quegli interventi che potrebbero risultare utili.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

Calciomercato Juventus News

Gent – Wolfsburg: ultime news e probabili formazioni Champions League 2015-2016

caso piscaglia news a quarto grado

Pomeriggio 5 anticipazioni puntata 16 febbraio: Guerrina Piscaglia, perché padre Gratien aveva il suo borsello?