in

Riforma pensioni 2016 ultime novità: pensioni di reversibilità, inizia l’iter della delega, ecco le prospettive

Il tema delle pensioni rimane sempre al centro dell’attenzione, martedì 1° marrzo avrà inizio, presso le Commissioni riunite Lavoro e Affari Sociali della Camera dei Deputati, l’iter del disegno di legge delega contro la povertà. Il provvedimento approvato dal Governo il 28 gennaio scorso si fonda su tre punti. Il primo consiste nel sostegno all’inclusione attiva, esteso su tutto il territorio nazionale sia attraverso la Legge di Stabilità che con l’accordo in Conferenza Unificata dell’11 febbraio scorso. Al momento è previsto che le famiglie con figli minori potranno ricevere 60 euro a testa. Si conta che questa misura possa essere estesa dopo interventi di razionalizzazione di alcune prestazioni assistenziale e previdenziali.

> LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2016

Tuttavia il punto più atteso è quello della razionalizzazione delle prestazioni assistenziali e previdenziali legate al reddito del destinatario. In proposito il Governo non non ha specificato quali prestazioni saranno riviste. Sicuramente non saranno interessati le prestazioni per invalidità. Mentre si guarderà all’integrazione al trattamento minimo, l’assegno al nucleo familiare elargito dai comuni, le pensioni di reversibiltà e la quattordicesima mensilità.

La polemica maggiore è sorta sulle pensioni di reversibilità, dove però la Commissione potrebbe escluderle, insieme al trattamento minimo con una modifica della delega. La minoranza del Pd ha predisposto in tal senso uno specifivo emendamento.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

Chiropratica funziona a no

Chiropratica: funziona veramente? Ecco cosa dice la Scienza

jobs apple

iPhone e iPad vietato da Steve Jobs, la frase dedicata ai figli contro i prodotti Apple