in

Riforma pensioni 2016 ultime novità: piano Boeri, proroga Opzione Donna e contributi silenti

Enrico Zanetti sottosegretario all’Economia e rappresentante nel Governo del gruppo politico di Scelta Civica ha ripreso le proposte contenute nel piano presentato dal presidente dell’Inps, Tito Boeri, sottolineando che nonostante possano essere state inopportune anche per il ruolo rivestito, “La sostanza della generalità delle proposte contenute nel suo piano è per noi di Scelta Civica molto convincente e ci impegneremo perché restino al centro del dibattito politico nei prossimi mesi”. Ciò conferma che al di là delle tante critiche ricevute il piano Boeri resta al centro del dibattito politico anche per il proposito del Governo di fare nel 2016 una riforma strutturale della Legge Fornero, per arrivare ad un sistema previdenziale finanziariamente e socialmente sostenibile e comunque più flessibile.

=> LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2016

Con un interrogazione presentata dall’ex deputato del Pd, Andrea Maestri, ora nel gruppo Alternativa Libera-Possibile, è stato sollevato il tema dei contributi silenti, cioè quei contributi versati all’Inps, ma non sufficienti per raggiungere un trattamento pensionistico. Maestri riprendendo un tema sollevato dai Radicali Italiani sostiene che: “Se si versano dei fondi per avere una pensione, ma in realtà non si avrà diritto a percepirla, è giusto che questi fondi siano restituiti”, e per questo motivo chiede al ministro del Lavoro, Giuliano Poletti: “Se il Governo preveda di assumere iniziative per affrontare e risolvere definitivamente la questione”.

Sulla proroga di Opzione Donna fino al 2018, per cui si sono battuti diversi comitati di donne è intervenuto il segretario confederale della Uil, Domenico Proietti, che ha chiesto di attivare questa misura fino al 2018, nonostante si tratti di un regime non molto conveniente per le lavoratrici. Il sindacalista della Uil ritiene che occorra prevedere: “Una vera e proprio contribuzione per i periodi di congedo per maternità e per la cura della famiglia”. Inoltre bisognerebbe introdurre una forma di flessibilità pensionistica che possa consentire la scelta di uscire dal lavoro “ senza penalizzazioni oltre quelle implicite nel sistema contributivo”.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

jet russo abbattuto in turchia news

Caccia russo abbattuto in Turchia, il pilota sopravvissuto: “Nessun avvertimento”

Offerte di lavoro Antal

60 offerte di lavoro in tutta Italia nei settori IT e Accounting con Antal