in

Riforma pensioni 2016 ultime novità: precoci e donne, cosa pensa il Movimento 5 Stelle e come sosterrà Cesare Damiano

La riforma delle pensioni continua ad essere al centro del dibattito politico. Mentre in queste ore la commissione Bilancio della Camera sta passando al vaglio gli emendamenti alla Legge di Stabilità che potrebbero creare nuovi scenari fin dai prossimi giorni, sono in tanti a interrogarsi sul destino delle varie platee di pensionandi coinvolte: donne, precoci, esodati e usuranti.

=> LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2016

In un’interessante intervista rilasciata a ‘Ilsussidiario.net’, l’onorevole Davide Tripiedi del Movimento 5 Stelle ha fatto luce sulla posizione del movimento in merito alla riforma delle pensioni e in particolare alle proposte a favore di lavoratori precoci ed usuranti. M5S propone la cosiddetta “quota 40” che permetterebbe di andare in pensione avendo maturato 40 anni di contributi a prescindere dall’età anagrafica, sia per “dare dignità” al lavoratore, sia per favorire il turn over generazionale. Per quanto riguarda gli usuranti, il movimento ha proposto degli emendamenti volti a tutelare in primis la condizione dei lavoratori edili, impiegati in uno dei settori industriali più colpiti dalla crisi e con la più elevata percentuale di malattie dovute al lavoro.

Il politico ha inoltre rivelato che il movimento pentastellato è disposto a sostenere Cesare Damiano nel caso in cui proponga “emendamenti di buon senso”. Il sostegno riguarderà anche le misure a favore di esodati e Opzione Donna, anche se in quest’ultimo caso il movimento è “infastidito” dalla penalizzazione prevista, ovvero dal “fatto che la donna che sceglierà di andare in pensione con questo metodo dovrà rinunciare al 30% dell’assegno”.

x factor 2015 finale

X Factor 2015 finale: le assegnazioni di Fedez e Skin

38enne cranio fracassato roma

Varese, 31enne albanese uccisa a coltellate: fermato il marito