in

Riforma pensioni 2016 ultime novità: Quota 41 e assegno universale obiettivi principali, a rischio rinvio la flessibilità

L’annuncio del ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, che il Governo sta ancora valutando come fare per inserire nel sistema previdenziale una forma di maggiore flessibilità in uscita, non con un intervento immediato, ma attraverso un progetto organico di riforma del welfare per il quale serve tempo, lascia paventare il fatto che si dovrà aspettare la prossima Legge di Stabilità di fine anno ed eventualmente l’attuazione non prima del 2017. Anche sull’annunciata legge delega sul piano di lotta alla povertà, la Uil, attraverso il suo segretario Carmelo Barbagallo esprime qualche perplessità: “Il Governo potrebbe agire come un singolare Robin Hood che toglie ai poveri per dare ad altri poveri. Stando alle indiscrezioni giornalistiche, infatti, i ventilati interventi sulle pensioni di reversibilità e sull’integrazione al minimo rischiano di stravolgere il senso e la portata dell’intervento annunciato”.

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2016

Stando a questa ipotesi di intervento solo nella Legge di Stabilità attraverso un’organica riforma, le priorità potrebbero essere alcuni interventi di miglioramento sul cumulo, la totalizzazione e il ricongiungimento che diventerebbero non onerosi e facilitati nella procedura di applicazione, e anche il riordino delle detrazioni e delle agevolazioni che oltre alle imprese riguarderebbe le persone singole per dare a questo sistema maggiore equità.

In mancanza di una comunicazione chiara da parte del Governo, sul tema previdenziale assieme alle aspettative crescono anche i dubbi, l’assegno universale resterebbe il primo obiettivo da raggiungere anche attraverso un provvedimento comunitario. Resta al centro della discussione il correttivo della Quota 41 per i lavoratori precoci anche se non è chiaro con quali modalità potrà essere introdotta. Anche il presidente dell’Inps, Tito Boeri, ha fatto qualche apertura sulla questione dei precoci e sulla maggiore flessibilità in uscita assieme all’unificazione de trattamenti previdenziali, l’armonizzazione degli istituti e una maggiore incidenza della parte contributiva.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

render s7

Samsung Galaxy S7 e S7 Edge uscita prezzo news: le foto leaked anticipano l’evento del MWC 2016

San Valentino 2016 offerte Parigi

San Valentino 2016 a Parigi: le migliori offerte per un weekend romantico