in

Riforma pensioni 2016 ultime novità: Quota 41, usuranti flessibilità e aspettativa di vita, cosa aspettarsi?

Il criterio dell’aspettativa di vita utilizzata come riferimento per il sistema previdenziale produce un incremento progressivo dell’età di accesso alla pensione, ma non tutti i lavori sono uguali e sovente andare in pensione prima è anche una necessità di salute psicofisica. Fulvia Colombini dell’Inca Cgil ha rilanciato la richieste di cambiare il criterio, differenziando l’età del pensionamento a seconda del lavoro svolto: “L’aspettativa di vita, così com’è, è ingiusta”. E’ stata introdotta da legislazioni precedenti che però l’avevano esclusa su particolari categorie di lavoratori come ad esempio, i lavori usuranti. Sappiamo che il ministero del Lavoro ha fatto degli studi, calcolando l’aspettativa di vita sulla base del tipo di lavoro che si fa. Allora, se dobbiamo introdurre un’equità non possiamo più dare a persone che non fanno lavori uguali le stesse regole”.

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2016

La senatrice Annamaria Parente, capogruppo del Pd della Commissione Lavoro del Senato, ha evidenziato che è il momento di adeguare la legge Fornero alle nuove esigenze dei lavoratori e del sistema produttivo: ”Ora abbiamo infatti l’esigenza di incentivare il turn over nelle aziende per aumentare la produttività e la sostenibilità di lungo periodo, problema che si pone con meno giovani al lavoro e il calo demografico“. La maggiore flessibilità in uscita con il pensionamento anticipato compensato da alcune penalizzazioni è la soluzione a portata di mano per il 2016.

Cesare Damiano rivendica i risultati raggiunti con le modifiche introdotte nella Legge di Stabilità, in un post scrive: “Non abbiamo risolto sicuramente tutto, ma abbiamo fatto un passo avanti significativo e non scontato”. Mentre ora l’impegno è quello che “Il 2016 deve essere l’anno della flessibilità delle pensioni: anche Renzi lo ha promesso”. Intanto i lavoratori precoci hanno promosso una manifestazione a Bologna sabato 6 febbraio per richiedere con forza la Quota 41 che permetterebbe a questa categoria di lavoratori di andare in pensione con 41 anni di contributi, senza limiti di età, né penalizzazioni sul trattamento previdenziale.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

fabio colloricchio e nicole mazzocato

Uomini e Donne news, Fabio Colloricchio e Nicole Mazzocato: il grande passo

tapiro d'oro a mancini

Striscia la notizia, Tapiro d’oro a Roberto Mancini dopo il 3-0 contro il Milan