in

Riforma pensioni 2016 ultime novità: su flessibilità, pensioni anticipate e part time, Quota 100 e precoci

Alla fine dell’assemblea degli industriali veronesi, il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, è intervenuto sulla maggiore flessibilità in uscita nel sistema previdenziale: “Credo che questa sia una scelta che in termini di prospettiva, va fatta. Noi dobbiamo immaginare che di fronte a una popolazione che invecchia sempre di più, si debba stare al lavoro di più. Questo è inevitabile, altrimenti non siamo in grado di gestire il welfare, le pensioni”. Secondo il ministro sarà inevitabile: “innescare meccanismi di invecchiamento attivo, dove le persone possano ridurre il proprio orario di lavoro, cambiare le proprie mansioni e formare i giovani consentendo loro di entrare nelle imprese, magari a part-time con quel ricambio che è necessario. Noi proponiamo di sperimentare questa forma. Se funziona bene, altrimenti avremo l’onestà intellettuale di cambiarla”.

=> LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2016

Con queste motivazioni il ministro Poletti ritiene molto utile il part-time in uscita per i 63enni che è una delle poche misure previdenziali inserite dal Governo nella Legge di Stabilità: “Nella Legge di Stabilità abbiamo proposto un part-time in uscita a chi ha ancora tre anni di lavoro prima di concludere la propria attività professionale”. Giuliano Poletti non si è sottratto dal ricordare che nel 2011 il varo della Legge Fornero è stato necessario ed ora il suo impianto non potrà essere stravolto: “Per l’Italia non è possibile immaginare una modifica significativa dell’impianto della legislazione previdenziale se non attraverso i meccanismi, che stiamo discutendo, di flessibilità in uscita”.

In questo modo un autorevole esponente del Governo Renzi conferma che l’esecutivo è ancora alla ricerca di una soluzione per arrivare ad una maggiore flessibilità nel sistema pensionistico, anche se resta una notevole incertezza sui tempi e sulla modalità. In ultimo c’è da segnalare che la Lega Nord attraverso il capogruppo in Commissione Lavoro alla Camera, Roberto Simonetti, ha preannunciato la presentazione di un emendamento per riproporre la Quota 100 come utile risposta alla richiesta dei lavoratori precoci di poter andare in pensione con più di 40 di contributi.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

Bryan Cristante al Torino

Calciomercato Torino notizie: Bryan Cristante nuova ipotesi in centrocampo

laura stuardo caduta da nave crociera

Laura Stuardo caduta da nave crociera: “Non è stato il mio compagno”